Tags Posts tagged with "videogiochi"

videogiochi

    by -
    forza horizon 4

    Forza Horizon 4

    Se conoscete il videogioco Forza Horizon 4 vi sarete già accorti del problema della partite classificate. Ebbene, secondo HDBlog.it la soluzione potrebbe essere in arrivo: Playground, in una nota inviata a Windows Central, ha infatti dichiarato di essere al lavoro su una patch che sistemerà il matchmaking.

    Al momento infatti, risulta quasi impossibile accedere alla modalità classificata a causa di varie problematiche che causano tempi di attesa estenuanti: la ricerca della partita può infatti durare a lungo, in alcuni casi si parla persino di un’ora e raramente la procedura va a buon fine.

    Il team di sviluppo, interpellato da Window Central, ha voluto comunque sottolineare di essere a conoscenza del problema e di essere al lavoro per risolverlo, tuttavia non è sceso in dettagli significativi e non sappiamo quando la patch sarà effettivamente resa disponibile.

    CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

    Source: HD Games

      by -
      saldi Halloween 2018

      Dolcetto o Scherzetto“? Su Playstation Store sono iniziati i saldi di Halloween che contemplano oltre 100 giochi a tema horror per Playstation 4 fortemente scontati. La promozione durerà sino al 2 novembre con sconti che superano il 60%: un’ottima occasione per festeggiare la festa di zombie e mostri.

      Prima di riportarvi alcuni dei titoli in offerta, ricordiamo che su Playstation Store è ancora attiva l’iniziativa “pre-order cashback“, dedicata ad alcuni importanti giochi di prossima uscita. Prenotando uno dei titoli che aderiscono all’imperdibile promozione, tra cui Fallout 76 e Just Cause 4 (ma anche il successo del momento, Dark Souls 3, LmS), gli utenti otterranno infatti – all’uscita del gioco – un bonus di 10 euro da spendere su Playstation Store.

      Segnaliamo inoltre che la nuova offerta della settimana riguarda NBA 2K19 (Link). L’elenco completo di tutte le promozioni è consultabile nella sezione dedicata su Playstation Store.

      Source: HD Games

        by -
        Fortnite cover

        Buone notizie per gli utenti Android interessati a provare anche su mobile il popolare battle royale di Epic Games: la software house ha infatti comunicato che, a partire da oggi, la beta di Fortnite può essere scaricata e utilizzato da tutti gli utenti, senza necessità di ricevere un apposito invito.

        Il meccanismo per scaricare Fortnite per Android continua a non passare per il Play Store: per effettuare il download dell’installer, è infatti necessario collegarsi al sito di Epic.

        Le specifiche tecniche minime

        L’unica condizione da rispettare è quindi quella di utilizzare uno smartphone Android compatibile, ovvero equipaggiato con la versione 8.0 o sucessiva del sistema operativo mobile di Google, almeno 3GB di RAM e una scheda video 530 o superiore, Mali-G71 MP20, Mali-G72 MP12 o superiore.

        Epic ha peraltro stilato un elenco di smartphone che garantiscono la piena compatibilità con il titolo; se il vostro terminale non compare nell’elenco, valgono comunque i requisiti sopra riportati.

        Source: HD Games

          by -
          gameboy nintendo

          Buone notizie per i nostalgici delle care vecchie console di gioco portatili: dopo essersi dedicata alle riedizioni di console storiche in formato “mini“, Nintendo ha depositato il brevetto di una custodia che trasforma qualsiasi smartphone in un GameBoy, oltre ovviamente a proteggerlo dagli urti.

          La notizia è trapelata in seguito alla pubblicazione, nei giorni scorsi, del brevetto della casa produttrice giapponese da parte del Patent and Trademark Office degli Stati Uniti.

          A giudicare dai disegni, si tratta in tutto e per tutto di una custodia per smartphone a forma di GameBoy come quelle particolarmente in voga negli ultimi anni: con la differenza che questa ha i pulsanti funzionanti, il che dovrebbe consentire giocare.

          La parte frontale della cover che riproduce l’interfaccia fisica del GameBoy infatti coincide con il touchscreen dello smartphone: quindi, premendo un pulsante del GameBoy, si preme indirettamente anche lo schermo dello smartphone, che rileva il tocco rispondendo con l’azione corrispondente all’interno di un videogioco.

          CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

          Source: HD Games

            by -

            Tra i partecipanti alla prima edizione di Milano Calcio City, primo evento dedicato interamente al gioco del calcio e alla sua cultura, c’era anche Orwell-VR, start-up milanese nata nel 2014 e attiva nel campo della realtà virtuale che ha mostrato al pubblico il suo primo titolo in realtà virtuale, giocabile tramite HTC Vive: Virtual Soccer Zone.

            Più che un’idea, quella di Virtual Soccer Zone è stata una proposta” afferma Andrea Antonelli, Ceo e fondatore di Orwell. “La Roma Calcio lo scorso anno ci ha chiesto di sviluppare e testare un videogame in realtà virtuale, nello specifico per eventi e fan-zone. Questo è il primo prodotto al mondo a rispettare queste caratteristiche.”

            Virtual Soccer Zone offre tre modalità di gioco: Goalkeeper (portiere), Striker (rigori) e header (colpi di testa); si può poi selezionare un arcade a tempo con un limite massimo di due minuti (perfetto per grandi eventi) o una libera. “A detta di molti, la modalità Striker è una delle più precise e divertenti sul mercato ad oggi” continua Antonelli.

            Oltre la Playstation: è made in Italy il calcio in realtà virtuale, tra rigori, parate e colpi di testa

            Il tutto funziona tramite HTC Vive, dispositivo per la realtà virtuale realizzato da una collaborazione tra il colosso dei videogiochi Valve e HTC. Il titolo non utilizza solo i due controller del set per la realtà virtuale: la modalità Striker si avvale dell’utilizzo di sensori prodotti dall’azienda americana Rebuff Reality e collegati al piede del giocatore.

            Rebuff Reality offre sul mercato quella che loro chiamano Trackbelt, dei sensori aggiuntivi da legare a braccia e gambe tramite una fascia velcrata. Il sensore rileva il movimento della gamba e lo riproduce in gioco.

            Ad ora non c’è nessun feedback che permette al giocatore di “sentire” realmente il rigore appena parato o il calcio appena tirato, ma Orwell sta lavorando per colmare anche questa lacuna. bHaptics è una società sud-coreana che produce una tuta e dei sensori aggiuntivi per la realtà virtuale che permettono al giocatore di ricevere un feedback quando svolge un’azione, aumentando così l’immedesimazione.

            Lo sviluppo è iniziato a dicembre dello scorso anno ed è terminato a luglio, il lancio è stato durante i mondiali di calcio del 2018. Il gioco è totalmente personalizzabile, dalle magliette al bordo campo e dispone di un sistema di sponsorizzazioni: “Una squadra può rivendere la parte di sponsorizzazioni e finanziare la licenza annuale del gioco” continua il fondatore di Orwell. Si può far passare qualsiasi tipo di pubblicità a bordo campo così da avere la massima visibilità durante fiere ed eventi.

            Oltre la Playstation: è made in Italy il calcio in realtà virtuale, tra rigori, parate e colpi di testa

            È un titolo anche pensato per bambini e famiglie, simile a Mario Party per le console Nintendo. Secondo Antonelli, Virtual Soccer Zone potrebbe avere anche un futuro come e-sport: è infatti in sviluppo anche una modalità competitiva.

            Luigi Colletti, responsabile del marketing, aggiunge che il titolo, con le possibilità offerte dalla realtà virtuale, può essere adattato e utilizzato nel settore medico come prodotto per la riabilitazione dopo infortuni: “La componente fisica attiva del gioco può aiutare i pazienti a recuperare mobilità dopo un incidente e possiamo creare sezioni adatte alla riabilitazione. Per vedere però questa componente realizzata servirà del tempo”.

            Source: Business Insider Italia

            Fortnite iOS

            Galaxy Note 9 è nuovamente protagonista di uno spot a tema Fortnite! Questa volta Samsung ha scelto di regalare il suo phablet top di gamma ad alcuni noti giocatori professioni di Fortnite (fortunato videogioco di cui Mondivirtuali.it vi ha già parlato), tra cui il celeberrimo Ninja e HarryKane, Ali-A e SSSniperwolf, fornendogli un simpatico kit che simula una cassa di rifornimenti all’interno della quale sono presenti – oltre a Note 9 – una vasta serie di gadget tra cui una scheda con le statistiche di ognuno degli streamer, cappello e occhiali a tema Galaxy Skin e molto altro ancora.

            Samsung punta fortemente alla collaborazione con Epic Games e ha già incentrato alcune delle sue campagne pubblicitarie attorno al popolarissimo battle royale, senza dimenticare che Fortnite è stato protagonista anche dell’evento di lancio di Galaxy Note 9.

            Insomma, assieme al suo tradizionale pubblico, Samsung sembra guardare con interesse anche alla nicchia di giocatori da mobile, al punto da considerare Note 9 come un vero e proprio gaming phone.

            CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

            Source: HD Games

              by -
              shadow warrior 2

              Shadow Warrior 2 è disponibile gratuitamente – nella versione per PC – all’interno della piattaforma GOG.com per altre 24 ore. Il titolo del 2016 è uno sparatutto in prima persona che pone un grosso focus sull’azione, offrendo un gameplay divertente e dinamico, accompagnato da una realizzazione tecnica molto curata, motivo per cui consigliamo a tutti gli amanti del genere di non lasciarsi sfuggire questa ghiotta occasione.

              Disponibile anche per PlayStation 4 e Xbox One, Shadow Warrior 2 viene proposto nella sua versione standard per PC e per poterlo scaricare vi basterà consultare il link proposto in Fonte ed effettuare l’aggiunta del titolo al vostro account GOG per averlo permanentemente all’interno della libreria. Qualora non disponiate di un account, potrete attivarne uno rapidamente utilizzando le vostre credenziali Facebook o in alternativa seguire la procedura indicata nel sito.

              Shadow Warrior 2 viene offerto gratuitamente come parte dei festeggiamenti per i 10 anni di GOG. Sono stati gli utenti della piattaforma ad aver votato SW2 come regalo più gradito, preferendolo a Firewatch e SuperHot. Segnaliamo che su GOG.com sono presenti anche altre interessanti offerte in occasione del decennale.

              CLICCA QUI PER CONTINUARE A LEGGERE

              Source: HD Games

              Oculus Quest cover

              Nonostante lo scarso entusiasmo con cui il mercato di massa ha finora accolto la realtà virtuale e i relativi visori, Facebook non sembra voler rallentare il passo, anzi: nell’ultimo Oculus Connect (OC5) è stata annunciata una nuova versione del visore, intermedia tra il portatile Oculs Go e il modello di fascia alta Oculus Rift.

              Oculus Quest costerà 399 dollari

              Oculus Quest, questo il nome del nuovo visore, sarà disponibile dalla primavera 2019 al prezzo di 399 dollari in America (ancora deve essere annunciato il prezzo e la data di rilascio in Italia), ossia 50 dollari meno del Rift completo di controller Touch. Se Rift richiede la connessione via cavo ad un pc, Quest sarà senza cavi, anche se ciò ha portato a scegliere come Cpu lo Snapdragon 835.

              Oculus Quest

              50 giochi disponibili per il lancio

              Facebook ha promesso che i contenuti disponibili per il Rift avranno tutti un “porting” su Quest e che al momento del lancio saranno disponibili oltre 50 titoli di videogiochi tra cui alcuni “best seller” come Robo Recall, The Climb e Moss.

              Tra i nuovi titoli è stato annunciato Vader Immortal: A Star Wars VR Series, che sarà sviluppato su tre episodi (il primo disponibile già al lancio del Quest) e che racconterà una storia “indedita” del ciclo di Star Wars, che così si conferma tra i franchisee più apprezzati dalle società impegnate nel settore VR (come visto già con Sansar).

              Buon compromesso tra Go e Rift

              Rispetto a Oculus Go (attualmente in vendita da 219 euro in Italia), Oculus Quest può essere considerato una versione potenziata, visto che ne conserva il design ma usa un processore più versatile (il Go usa lo Snapdragon 821) e, garantendo il rilevamento della posizione dell’utente in un spazio, è in grado di offrire esperienze immersive più soddisfacenti.

              Come reagirà Htc?

              In conculsione: Oculus Quest colma un vuoto commerciale e potrebbe contribuire ad ampliare la platea dei fruitori di dispositivi per realtà virtuale. Si attendono ora le mosse della concorrenza, a partire da Htc.

              Se volete sapere come andrà a finire, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube) e magari iscrivetevi alla nostra newsletter!