Tags Posts tagged with "foto"

foto

    0 194
    new jessie cover

    Vi abbiamo svelato alcuni trucchi su come trovare le località più interessanti in Second Life anche grazie ai social media e alle comunità online. Il modo migliore resta comunque quello di avere una buona rete di relazioni con appassionati di realtà virtuale che possano offrirvi tanti spunti.

    I preziosi spunti di Torley

    E’ quello che è capitato a me grazie a Torley Wong (aka Torley Linden), ex musicista tecno e da anni designer per Linden Lab, autore di 400 tutorial e video vari su Youtube che su Flickr di recente ha postato alcune immagini di una nuova sim a tema fantascientifico, New Jessie.

    New Jessie, atmosfera fantascientifica

    Incuriosita sono andata a visitarla e suggerisco anche a voi di fare lo stesso: colori, atmosfera e dettagli sono fantastici e non mancheranno di impressionare tutti gli appassionati di grafica digitale, potendo costituire un ottimo sfondo per fashioniste e fotografi virtuali.

    Per arrivare a New Jessie non avete che da premere il bottone qui sotto, buon divertimento!

    Teleport button

      1 290
      destination guide second life cover

      La domanda che si sente ripetere in Second Life più frequentemente (ok, la terza più frequente dopo “vuoi fare sesso con me” e “come posso guadagnare soldi veri in Second Life”), specie da parte di utenti con un minimo di “anzianità” nell’uso del mondo virtuale di Linden Lab, è certamente: “conosci qualche bel posto da visitare?”.

      Come trovare località interessanti in Second Life

      Insilico destination guide second lifeIn realtà di posti da visitare in Second Life ce ne sono tantissimi, anche se periodicamente alcuni di questi scompaiono, come capitato di recente a Insilico e Mount St. Michel. Per riuscire ad orizzontarvi ci sono almeno due modi, oltre a seguire periodicamente i suggerimenti che vi diamo su Mondivirtuali.it.

      Il primo metodo è il più semplice: attraverso il sito Secondlife.com o una volta entrati su Second Life utilizzando il motore di ricerca su web, entrate nella categoria “Guida alle destinazioni” e avrete una selezione delle più interessanti località virtuali divise per categorie.

      Spunti su Facebook, Flickr e Koinup

      Mount St Michel destination guide second lifeSe non vi fidate del giudizio di Linden Lab, ci sono poi numerosi gruppi su Flickr dedicati alla raccolta di immagini delle più interessanti località di Second Life. Uno dei più recenti è ad esempio SL Tourist Board che richiede a chi aggiunge una nuova immagine di inserire sempre lo Slurl (ossia le coordinate della località, così da poterla raggiungere facilmente), un altro è SL Places to be.

      Anche su Koinup potete trovare gruppi simili, come Second Life Explorers o come Evocative Landescapes nei quali però non sempre le immagini sono abbinate allo Slurl delle località (ma potete a quel punto cercarla col motore di ricerca interno del viewer di Second Life). In Facebook, infine, esiste la community Photograph location directory of SL dove potrete trovare tanti spunti interessanti.

      Ora non avete più scuse per esplorare le migliaia di località virtuali tuttora presenti nel mondo virtuale di Linden Lab, quindi che aspettate?

      Se poi  volete rimanere sempre aggiornati sui mondi virtuali, la realtà virtuale e aumentata e la creatività, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube). Condividente questo articolo, ci aiuterete a seguire sempre meglio gli argomenti che vi interessano!

        0 453
        burning man victor habchy cover

        Dicono che un’immagina valga più di mille parole: è certamente vero nel caso del Burning Man, festival ideato nel 1986 da Larry Harvey ed Jerry James, organizzato dal 1997 dalla Black Rock City Llc, che ogni anno nella settimana che precede il Labor Day (il primo lunedì di settembre) riunisce a Black Rock City, comunità temporanea creata sulla distesa salata del Deserto di Black Rock, in Nevada, migliaia di manager geek e creativi di tutto il mondo, ansiosi di dimostrare che fanno parte della comunità “che conta” (secondo una leggenda metropolitana Google non assume dirigenti che non abbiano partecipato almeno una volta al Burning Man).

        Il Burning Man visto da Victor Habchy

        Ma ci sono immagini e immagini: si può cercare di raccontare il Burning Man con istantanee e foto da reportage adatte ai grandi tabloid o ai siti di informazione mainstream di tutto il mondo, o si può cercare di scattare immagini che colgano l’atmosfera dell’evento, come nel caso del fotografo Vicktor Habchy che sul suo sito ha pubblicato una selezione delle immagini più surreali e allo stesso tempo magnifiche che si siano mai viste del festival più amato dalla upper class americana a cui lo stesso Philip Rosedale ha più volte dichiarato di essersi ispirato per creare Second Life.

        Immagini surreali nel deserto del Nevada

        Giudicate voi stessi dalla nostra selezione, o andate sul sito di Vicktor Habchy per vedere l’intera gallery e naturalmente se volete rimanere sempre aggiornati, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube). Condividente questo articolo, ci aiuterete a seguire sempre meglio gli argomenti che vi interessano!

        burning man victor habchy 01burning man victor habchy 02burning man victor habchy 03burning man victor habchy 04burning man victor habchy 05burning man victor habchy 06burning man victor habchy 07burning man victor habchy 08burning man victor habchy 09burning man victor habchy 10

          0 660
          Felix Hernandez Rodriguez cover

          Felix Hernandez RodriguezVi ho già segnalato i 10 migliori software gratuiti di fotoritocco che potete reperire in rete per migliorare le vostro immagini virtuali, oggi voglio mostrarvi cosa potreste creare con un poco di fantasia, alcuni giocattoli o modelli in scala, fondali e luci appropriate, una buona macchina fotografica e naturalmente un software di fotoritocco: delle opere d’arte visuale dove il virtuale e il reale si fondono, come nei lavori di Felix Hernandez Rodriguez.

          Felix Hernandez Rodriguez: da Guerre Stellari agli Spitfire

          Felix Hernandez Rodriguez kerberosHo scelto il designer e fotografo messicano Felix Hernandez Rodriguez perché lo ritengo un vero artista visuale (come tanti graphic dreamer di cui vi ho parlato per anni) che riesce a mescolare al meglio questi elementi, mostrando come, accanto ai “normali” ritratti e paesaggi si possa riuscire a ricreare scene di Guerre Stellari, a scattare foto dei duelli aerei tra Messerschmitt e Spittfire sopra i cieli di Londra nella Seconda Guerra Mondiale, piuttosto che di un’auto in mezzo a una tempesta di neve o di giovani pescatori in mezzo alla nebbia.

          Decine di foto per creare l’immagine perfetta

          Felix Hernandez Rodriguez Lego Star WarsPer riuscirci Felix Hernandez Rodriguez non esita a scattare decine di foto in studio o all’aperto, che poi utilizza per ricreare una sola immagine, perfetta, ricca di dettagli, studiando con attenzione le luci e i fondali e fondendo tra loro più immagini grazie ai software di fotoritocco. Così i giocattoli prendono vita in location fantastiche, insieme a piante e animali, o anche uomini, veri. Un caccia di Lego Star Wars viene ripreso mentre sta per precipitare, un cavaliere medioevale attraversa un mare nebbioso a bordo di una barca a forma di foglia, uno Spitfire attende di partire da un aeroporto in pieno inverno mentre un altro duella in cielo con un Messerchmitt.

          Molto più che foto di prodotti

          Gli esempi potrebbero continuare all’infinito, il mio consiglio è di seguire direttamente la gallery di Felix Hernandez Rodriguez o il suo canale Youtube (ma lo trovate anche su Facebook) e cercare di rubare i segreti che lui stesso il più delle volte rivela volentieri se volete provare a imitarlo e ricreare opere d’arte visuale simili alle sue. E pensare che qualcuno si limita a definire tutto questo “fotografia di prodotto”. A me pare comunque che il risultato ottenuto da Felix Hernandez Rodriguez utilizzando questi giocattoli sia eccellente, siete d’accordo?

          Felix Hernandez Rodriguez miniature toy photography 01Felix Hernandez Rodriguez miniature toy photography 02Felix Hernandez Rodriguez miniature toy photography 03Felix Hernandez Rodriguez miniature toy photography 04Felix Hernandez Rodriguez miniature toy photography 05Felix Hernandez Rodriguez miniature toy photography 06Felix Hernandez Rodriguez miniature toy photography 07Felix Hernandez Rodriguez miniature toy photography 08Felix Hernandez Rodriguez miniature toy photography 09

            0 553
            Loch Noble cover

            Loch Noble

            C’è poca neve sulle Alpi in queste vacanze di fine anno 2015, ma se volete potete rifarvi almeno gli occhi visitando alcune splendide località innevate in Second Life: tra le tante a disposizione, io ho scelto di visitare una località scozzese, quella della cittadina di Loch Noble circondata da un paesaggio naturale che in questa stagione si è completamente ammantato di neve.

            Loch Noble Miniera

            La cittadina è suggestiva e potrebbe essere un set ideale per foto a tema invernale, ma anche i dintorni sono tutti da scoprire, con un piccolo fiume che può essere percorso anche in barca, alcune eleganti abitazioni private e persino una miniera da esplorare per trovare ulteriori piacevoli sorprese. Se le immagini di Loch Noble che corredano questo articolo e che testimoniano la mia visita vi incuriosiscono, premete il pulsante teleport qui sotto e provate a trascorrere qualche mezzora nella piacevole sim di Loch Noble. Credetemi, ne vale la pena!

            Teleport button

              0 2093

              zucche di halloweenAd Halloween le zucche non sono semplici zucche, ma prendono vita grazie alla creatività di alcuni artisti per diventare spiriti e personaggi del mondo fantastico delle fiabe. Ad Halloween le zucche ricordano Jack o’ Lantern, secondo la leggenda un fabbro irlandese avaro ma astuto che un giorno incontrò il diavolo al pub e finì col vendergli l’anima, ma grazie ad una serie di sotterfugi alla fine ottenne prima altri 10 anni di vita, poi la promessa che la sua anima non sarebbe mai andata all’inferno.

              zucche di halloweenUna volta morto Jack, rifiutato dal paradiso a causa dei peccati commessi, venne lasciato fuori anche dall’inferno al freddo e al buio, col solo “conforto” di un tizzone dell’inferno che da allora porta con sé una rapa (nella tradizione americana diventata una zucca) con dentro il tizzone, a mo’ di lucerna, cercando proprio ad Halloween, notte in cui il mondo dei morti e quello dei vivi possono entrare in contatto, un rifugio per il suo riposo eterno.

              Le zucche intagliate che fungono da lanterne indicano che le case che le espongono non sono il luogo in cui Jack potrà riposarsi. Che siano facce allegre o adirate, grottesche o gentili, illuminate dall’interno o semplicemente scavate a bassorilievo, le zucche di Halloween stanno diventando una vera e propria forma d’arte tra le più curiose tra tutte quelle legate ai mondi virtuali e fantastici, guardate la gallery di Mondivirtuali.it se non ci credete!

              zucche di halloween 1zucche di halloween 2zucche di hallohween 3zucche di halloween 4zucche di halloween 5zucche di halloween 6zucche di halloween 7zucche di halloween 8zucche di halloween 9zucche di halloween 10

                1 1060
                Selfie Kalyabreeaa Capelo cover

                Selfie Anita ArmendarizImpazza la mania dei selfie e anche in Second Life gli utenti si scatenano. Da qualche tempo se date un’occhiata in gruppi come Mondivirtuali su Flickr o simili, le foto virtuali di avatar che stanno scattandosi un selfie sono sempre meno rare.

                Come in un gioco di specchi che si riflettono in altri specchi, gli utenti di mondi virtuali come Second Life, ma non solo, si divertono a riprendere il proprio alterego digitale impegnato a fare selfie a se e ad altri avatar, proprio come nella vita reale le persone ne scattano sempre di più e di tutti i tipi, da quelli più romantici ai più provocanti.

                Eppure la facilità di realizzazione non garantisce la qualità degli scatti. Così per evitare di sbagliare selfie, reali o virtuali che siano, vi suggeriamo dieci errori da evitare mentre scattate (o riprendete il vostro avatar che si scatta un selfie). Non basteranno per rendere tutti i vostri scatti dei capolavori fotografici, ma almeno eviterete il rischio di realizzare immagini imbarazzanti.

                Selfie Sylvia KoonzAvete assunto una posa ad effetto? Bene, ma state attenti ai classici rompiscatole sullo sfondo che potrebbero rovinarvela con qualche gestaccio

                Se vi volete scattate un selfie state attenti a non finire nella foto di qualcun altro alle vostre spalle, il risultato potrebbe essere imbarazzante

                Se siete ancora ragazze/ragazzi e volete anche solo “fare le facce”, chiudete la porta della stanza. I vostri genitori potrebbero entrare sul più bello e aver qualcosa da ridire

                Fare scattare un selfie a un passante è abbastanza comune, specie se siete in qualche località esotica. Ma farlo fare a vostro figlio, specie se siete poco vestite, non è proprio il caso

                Scattare selfie è divertente, ma a volte vengono idee buffe o sexy mentre siete al lavoro. Rimandate: un dirigente potrebbe passare proprio mentre fate click

                Il bagno è molto popolare come location, specie se volete scattarvi un selfie malizioso, ma sgombrate bene le superfici. Fazzoletti, mutande o peggio non valorizzano i vostri scatti

                Selfie Babigio BellicNon sempre si scattano selfie in bagno: c’è chi assume una posa da diva mentre è per strada. Ma se avete un mendicante sullo sfondo l’effetto non sarà il massimo

                A volte mammine giovani e sexy non resistono all’idea di scattarsi qualche selfie malizioso. Niente di male, ma se vostro figlio entra in camera potrebbe avere un trauma

                Dimenticate pure tutti gli avvisi precedenti, chi siamo in fondo per giudicare i vostri selfie? Ma un consiglio concedetecelo: evitate di assumere pose che vi fanno fare la figura degli idioti

                Ovviamente potete sempre fare di testa vostra, se pensate di essere grandi fotografi o top model emergenti. Col rischio però di ottenere risultati tragicomici.

                Se poi vi incuriosiscono le immagini che si possono realizzare utilizzando i vostri avatar e gli editor grafici dei mondi virtuali come Second Life e non solo, non vi resta che seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

                0 812
                Howold Lukemary cover

                Strawberry Singh 2015Meme che passione, ma cercate almeno di stare attenti. Che i meme funzionino lo sanno da tempo i tanti fan di Strawberry Singh che ne ha ripetutamente proposti di molto simpatici dal suo blog su Second Life e se qualcuno avesse dubbi basterebbe ricordarsi del meme “the dress” che tra il 26 e il 27 febbraio scorso superò i 25 milioni di rilanci sui principali social media. Ma prima di gettarvi a capofitto nel prossimo meme, leggete le avvertenze scritte in piccolo.

                Così se vi state divertendo con “how-old.net” (anche noto come Howold) il servizio dell’omonimo sito che permette di attribuire un’età alla foto di un volto (non importa se reale o virtuale, come già spiegammo), è bene che sappiate che il sito appartiene a Microsoft e che postando o uplodando una immagine i proprietari Howold Nunzia Mayogarantiscono a Microsoft, le sue affiliate e le necessarie sottolicenziatarie i permessi di utilizzare tali materiali in connessione alle operazioni delle loro attività online” (“you are granting Microsoft, its affiliated companies, and necessary sublicensees permission to use your submission in connection with the operation of their Internet businesses”).

                Nella vostra autorizzazione sono inclusi i diritti di “copiare, distribuire, trasmettere, esporre al pubblico, riprodurre, modificare” (“copy, distribute, transmit, publicly display, publicly perform, reproduce, edit”) e di girare ad altri tali diritti.

                Niente di grave, secondo alcuni, dato che praticamente per ogni servizio online, che si tratti di Second Life piuttosto che di Facebook, siamo già avvertiti dai Tos, che ormai nessuno legge più, che inserendo nostri contenuti perdiamo il diritto esclusivo sugli stessi (pur rimanendone responsabili nel caso tali contenuti risultassero offensivi o comportassero dei reati perseguibili).

                howold Lukemary SladeMa è sempre bene sapere che se un domani doveste vedere la vostra foto in qualche banner pubblicitario per un prodotto o servizio che magari voi neppure conoscete non si sarà trattato di un furto ma della vostra autorizzazione a utilizzare una vostra foto inserita magari proprio su How-old.net (che ha dietro di sè una storia molto interessante). Tutto sommato se la cosa vi disturba, fate come noi e inserite solo la “faccia” del vostro avatar, per avere un’idea di quanto vecchia o giovane possa apparire.

                Quanto vecchi o giovani potete apparire voi dovrebbero potervelo dire, in modo molto più attendibile, i vostri amici e familiari, non trovate? Se questo e altri articoli sui meme vi sono piaciuti, continuate a seguire Mondivirtuali.it anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

                  0 1074

                  Tataouine StarwarsEsistono al mondo alcune località naturali con caratteristiche incredibili che vengono utilizzate come set per ambientare dalla vostre foto matrimoniali ai film di fantascienza. Se di recente si è parlato del rischio rappresentato dall’Isis, che tra Tunisia e Libia hanno ingaggiato combattimenti vicino alla città di Tataouine, dove nel 1976 vennero girate le riprese del primo Guerre Stellari (in particolare di Tatooine, pianeta di origine di Luke Skywalker che guarda caso ricorda come fonia quella della località dove venne allestito, e mai smantellato, il set di George Lucas) nel deserto del Nevata, vicino a Las Vegas, esiste una località dove da anni vengono realizzati da video musicali (come “Stupid Little Thing” di Anastacia) a foto di matrimonio.

                  Anastacia Dry LakeLa località in questione è l’Eldorado Valley Dry Lake Bed, che come dice il nome è il fondo, ormai secco, di un lago che un tempo esisteva nei pressi di dove oggi sorge la cittadina di Boulder, a poche decine di chilometri da Las Vegas, in Nevada. Una location molto amata dalla giovani coppie americane che vanno a sposarsi a Las Vegas e qui ambientano i loro album fotografici nuziali, oppure nella vicina Nelson Ghost Town (che sorge a sud est della Eldorado Valley, nella confinante Clark County), ex cittadina mineraria ormai abitata solo da 35 residenti dotata di saloon, pompe di benzina, vecchie automobili e furgoni che fanno ruggine e persino i (finti) resti di un aereo schiantatosi al suolo.

                  Nelson Ghost Town Wedding PhotoEntrambe le località sono raggiungibili grazie alla Us Route 95 e come potrete voi stessi scoprire facilmente sul web o su Flickr sono stata utilizzate come ambientazioni di foto e video di qualunque genere. Se vi trovate in zona potreste voi stessi farvi fotografare in questa suggestiva località, altrimenti potreste cercare su qualche mondo virtuale come Second Life se il Dry Lake Bed o Nelson Ghost Town sono state ricostruite. Dato che queste location sono ormai entrate nell’immaginario collettivo non dovrebbe essere difficile.

                  DrylandQualche anno fa Anita Witt, ad esempio, aveva creato e mantenuto aperta per qualche tempo (la sim è stata chiusa nel febbraio 2014 per motivi economici come ricordato dalla stessa Anita) Dryland, una sorta di galleria d’arte all’aperto, ambientata nello scenario di un fondo disseccato di un lago che poteva essere il Lago di Aral o l’Eldorado Valley Dry Lake, mentre un El Dorado Dry Lake è presente nelle location in cui si svolge l’azione dei videogiochi del franchisee Fallout, ambientato in un 2161 postatomico. Chissà che in futuro non vengano allestite nuove sim, o scenari di videogiochi in grado di ricreare la magia di queste località fantastiche.

                  Eldorado Dry LakeSe questo articolo vi è piaciuto e volete continuare a leggerne altri su località fantastiche come l’Eldorado Valley Dry Lake o le sue riproduzioni virtuali, non vi resta che continuare a seguire Mondivirtuali.it anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

                  2 2117
                  Antti Karppinen Jack Sparrow cover

                  Da quando esistono strumenti professionali di foto ritocco i mondi virtuali sono tra noi in un modo a volte impercettibile eppure costante. Prendete il lavoro di Antti Karppinen (e del suo studio, Alias Creative), fotografo finlandese che vive e lavora a Cardiff e che dice di appartenere a “una nuova generazione di artigiani dell’immagine per i quali qualsiasi cosa è possibile” e che crea “complessi concetti visuali e immagini con illimitata immaginazione”. Di immaginazione bisogna averne tanta per dare vita a un mondo virtuale (“your world, your immagination” era il motto originale di Second Life, ricordate?) ma ad Antti certo non manca, che si tratti di foto “da matrimonio” o di poster di aspiranti “supereroi”.

                  Antti Karppinen wedding alternate perspectiveNel primo caso basta guardare a “Wedding Alternate Perspective”, già tra i tre finalisti della World Photographic Cup di quest’anno appunto per la categoria “foto matrimoniali”. Non aspettatevi il solito fotoritocco in cui gli sposi vengono contornati di cuoricini: qui la coppia di novelli sposi, Vesa ed Elina, è stata ritratta (separatamente per poi essere ricongiunti in fase di post produzione) in un ambiente che richiama quello magico e illusorio del film Inception, infine l’inquadratura è stata ruotata di 90 gradi per dare vita a un’immagine dalla prospettiva davvero alternativa, come potete notare anche dal video seguente.

                  Che dire poi dei ritratti di cosplay che interpretano supereroi (o supercriminali) e personaggi dei film di maggior successo? Troppo lungo sarebbe spiegare i segreti di ogni foto, che potrete comunque conoscere visitando il sito di Antti, per cui eccovi una piccola selezione delle migliori immagini di supereroi e personaggi fantastici create da Antti Karppinen – Alias Creative. Buona visione e se siete curiosi di vedere altre immagini create dai nuovi artisti digitali, continuate a seguire Mondivirtuali.it anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

                  Antti Karppinen Poison IvyAntti Karppinen JockerAntti Karppinen Red ArrowAntti Karppinen GhostbusterAntti Karppinen Arno Victor DorianAntti Karppinen Jack Sparrow

                  I più letti ultima settimana / Most read last 7 days

                  realtà virtuale quando sarà di massa cover

                  2 201
                  La realtà virtuale quando diventerà una tecnologia di massa? Mark Zuckerberg sembra essersi fatto un’idea abbastanza precisa