Authors Posts by Chrisann Jewell

Chrisann Jewell

Chrisann Jewell
99 POSTS 0 COMMENTS
Traveler of digital universes, she likes to photograph and tell readers of Mondivirtuali.it about the most interesting places she has visited.

Tim Cook Apple VR AR

Sessioni di coding gratuite agli Apple Store

Apple offrirà 2 mila sessioni gratuite di coding, almeno una sessione gratuita ogni giorno in ogni Apple Store del Vecchio Continente, durante la Settimana Europea della Programmazione (Eu Code Week ), in programma dal 6 al 21 ottobre. A comunicarlo la società di Cupertino, che includerà nell’iniziativa sessioni di coding aperte a tutti, progettate secondo diversi livelli di competenza e con l’obiettivo di aiutare ad imparare a programmare.

Cook: coding competenza fondamentale

Il coding è una competenza fondamentale che dà alle persone di tutte le età la possibilità di creare e condividere le proprie idee con il mondo – ha dichiarato il Ceo di Apple Tim CookApple crede da tempo che il codice sia il linguaggio del futuro e abbiamo creato una serie di strumenti per renderlo divertente e accessibile a tutti. Siamo entusiasti di offrire migliaia di sessioni negli store Apple per la EU Code Week, e non vediamo l’ora di condividere il nostro amore per la programmazione con giovani e insegnanti in tutta Europa“.

Sfida Swift Playgrounds

Durante la Eu Code Week verrà anche proposta una nuova sfida di Swift Playgrounds (Swift è il linguaggio di programmazione di Apple), chiamata Macchina del codice, progettata per i programmatori alle prime armi, mentre gli sviluppatori più esperti possono mettere alla prova le loro abilità con la sfida App Development with Swift o una sfida Swift in Xcode.

Un impegno nella formazione digitale che, fa sapere la società, non si limita alla Eu Code Week, ma copre tutto l’anno, con sessioni di coding nell’ambito del programma Today at Apple, cui hanno preso parte 75 mila persone, per un totale di 14 mila sessioni di coding presso gli store Apple in Europa.

L’impegno di Apple nelle scuole

Negli istituti di istruzione superiori e nelle scuole professionali in tutta Europa, Apple fornisce poi agli studenti gli strumenti per creare le proprie app e acquisire le competenze necessarie per le moderne figure professionali che ruotano intorno ad iOS. Gli studenti possono anche certificare le loro conoscenze attraverso il programma App Development with Swift Certification, dopo aver completato il corso della durata di un anno.

La tecnologia è uno dei settori in più rapida crescita in Europa e i dati della Commissione Europea mostrano che 9 posti di lavoro su 10 in futuro richiederanno competenze digitali. Secondo di dati di Cupertino, attualmente in Europa sono 1,5 milioni i posti di lavoro attribuibili alla crescita dell’economia delle app iOS di Apple.

Source: Agi innovazione

    by -
    halloween 2017 cover

    Halloween sembra essere la festa più apprezzata da produttori e utenti di video giochi e mondi virtuali: ogni anno nelle settimane che precedono la festa, mentre nelle case, soprattutto in America, spuntano addobbi e zucche intagliate (se volete in questa gallery ne trovate di ogni tipo) su Second Life, Sansar e High Fidelity è una corsa a creare eventi, contest e località oscure e spaventose. Pianeta Segreto Halloween 2017

    Pianeta Segreto vi offre un castello

    Non sfugge alla regola neppure Pianeta Segreto (se non sapete come funziona Pianeta Segreto, ve lo spieghiamo noi), che ha in programma nella piazza principale, addobbata di zucche e teschi per l’occasione, una festa a tema con premi zaby, vestiti, 500 rays in palio e la presentazione dei nuovi oggetti a tema Halloween, che verranno aggiunti nel pannello, e del nuovo gioco “Scassa & Vinci”.

    Se tutto questo non fosse abbastanza, su Pianeta Segreto hanno lanciato due contest speciali (Mad Scientist Labor e Mad Scientist Outfit) per designer e stilisti: in palio un castello “del terrore” per il quale non dovrete paghere l’affitto.

    Film horror e balli su High Fidelity

    Su High Fidelity, che di recente ha migliorato la compressione di texture e mesh riducendo drasticamente il tempo di attesa per caricare le scene (in media da 21 a 7 secondi), prima si potrà guardare un film dell’orrore (dalle 4 alle 5:30 di pomeriggio PDT), poi danzare nella sala da ballo virtuale Spookytown (dalle 5:30 alle 8 di pomeriggio PDT). Halloween Town

    Contest e land a tema in Second Life

    Di Sansar, che in questi giorni ha deciso di estendere sino al 31 gennaio prossimo il periodo di prova gratuito degli abbonamenti per Creator, e delle numerose località a tema e contest per Halloween avete già letto su Mondivirtuali.

    Di Second Life occorrerebbe parlare a lungo, tante sono le feste e i contest a tema organizzati dagli stessi utenti e creativi che da anni animano il mondo virtuale di Linden Lab. Vi segnaliamo solo che anche quest’anno Halloween Town è più sfavillante che mai e che è possibile partecipare ad una gara di decorazioni a base di zucche con 4 mila linden dollar (circa 13 euro) di premi.

    Se amate l’horror, potete anche visitare Caderu e partecipare al mini-gioco a premi organizzato nella land o al contest fotografico. Sperando che queste “paurose” novità vi abbiano incuriosito, vi suggeriamo di visitare voi stessi le piattaforme descritte e prendere parte alle attività proposte.

    Se poi volete sapere come andrà a finire per mondi vituali e altre tecnologie geek, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su , su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

    by -
    Transformers cover

    Il franchisee cinematografico dei Transformers è uno dei più longevi, essendo il primo film della serie (il film d’animazione Transformers: the Animated Movie) uscito nel 1986, appena due anni dopo l’avvio della prima serie di cartoni animati coprodotta dalle giapponesi Toei Animation, Tokyo Movie ShinSha e dall’americana Sunbow.

    La Cina ama i Transformers

    Negli anni i Transformers (il cui quinto film, The Last Knight, uscirà nei cinema italiani il 22 giugno, il 23 giugno in quelli americani, altri due film sono previsti per l’anno prossimo e per il 2019) hanno totalizzato oltre 3,7 miliardi di dollari di incassi al botteghino in tutto il mondo, creando una comunità di appassionati particolarmente forte in Cina.

    Non è un caso, dunque, se DMG entertainment e Hasbro hanno ora deciso di lanciare dei centri di divertimento in Cina dedicati proprio ai Transformers in grado di offrire “esperienze di simulazione digitale” basate sull’universo Transformers sia in realtà virtuale (VR) sia in realtà aumentata (AR).

    Il primo di questi centri (quello dei parchi a tema virtuali è un settore che pare avere grandi prospettive in Cina da alcuni anni) dovrebbe essere aperto a Shanghai entro l’estate, poi ne seguiranno altri in altre città nei prossimi cinque anni.

    Transformers VR

    Centri per realtà virtuale e show dal vivo

    I Transformers utilizzati per le simulazioni digitali riprenderanno la grafica della “Generation One”, ancora la più amata dai fan di tutto il mondo, ma con un rendering foto realistico per aumentare l’immersività dell’esperienza digitale. Secondo quanto riporta una nota ufficiale si potrà combattere i Decepticons su Cybertron affiancando Optimus Prime oppure fare un giro su Bumblebee.

    Nel frattempo DMG, insieme a S2BN, sta lavorando anche ad uno show dal vivo, Transformers Live, che sarà una via di mezzo tra uno spettacolo teatrale, una attrazione da parco a tema e uno spettacolo d’avventura, con robot in grado di mutare forma, stunt volanti ed effetti speciali su grande scala. Per ospitare lo show sarà costruito un teatro in grado di ospitare fino a 4 mila spettatori e l’esperienza promette di essere davvero “mitica”.

    Se volete sapere come andrà a finire, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

      by -
      Long Journey in Second Life cover

      Capita di leggere di località interessanti su Second Life, la piattaforma sociale online 3D di Linden Lab. Di recente Inara Pey ha parlato di una piccola località virtuale, Long Journey, appena 7 mila metri quadrati in cui Yang (marchio del builder Sun2idea) ha ricreato un piccolo caffè, una fermata ferroviaria, una deliziosa vecchia casetta galleggiante e molte altre creazioni che trovate in vendita anche su Second Life Marketplace.

      Long Journey Second Life

      Visitate Long Journey in Second Life

      Ho deciso di fare una visita a Long Journey e devo dire che sono contenta di averla fatta, anche solo per scattare qualche foto della bella ambientazione che Sun2idea ha saputo allestire.

      Second Life Long Journey - 2

      Spero che vi piacciano e vi stimolino a visitare a vostra volta Long Journey, perché come dice Inara Pey, “la creatività in Second Life non richiede sempre un’intera regione – Full o Homestead  – per essere concretizzata”.

      Long Journey Second Life - 3

      Non potrei essere più d’accordo e quindi vi rinnovo l’invito a visitare Long Journey in Second Life. In ogni caso potrete ammirare molti suoi particolari nel gruppo su Flickr ad essa dedicato.

      Teleport button

       

        by -
        new jessie cover

        [soliloquy id=”17082″]

        Vi abbiamo svelato alcuni trucchi su come trovare le località più interessanti in Second Life anche grazie ai social media e alle comunità online. Il modo migliore resta comunque quello di avere una buona rete di relazioni con appassionati di realtà virtuale che possano offrirvi tanti spunti.

        I preziosi spunti di Torley

        E’ quello che è capitato a me grazie a Torley Wong (aka Torley Linden), ex musicista tecno e da anni designer per Linden Lab, autore di 400 tutorial e video vari su Youtube che su Flickr di recente ha postato alcune immagini di una nuova sim a tema fantascientifico, New Jessie.

        New Jessie, atmosfera fantascientifica

        Incuriosita sono andata a visitarla e suggerisco anche a voi di fare lo stesso: colori, atmosfera e dettagli sono fantastici e non mancheranno di impressionare tutti gli appassionati di grafica digitale, potendo costituire un ottimo sfondo per fashioniste e fotografi virtuali.

        Per arrivare a New Jessie non avete che da premere il bottone qui sotto, buon divertimento!

        Teleport button

          by -
          destination guide second life cover

          La domanda che si sente ripetere in Second Life più frequentemente (ok, la terza più frequente dopo “vuoi fare sesso con me” e “come posso guadagnare soldi veri in Second Life”), specie da parte di utenti con un minimo di “anzianità” nell’uso del mondo virtuale di Linden Lab, è certamente: “conosci qualche bel posto da visitare?”.

          Come trovare località interessanti in Second Life

          In realtà di posti da visitare in Second Life ce ne sono tantissimi, anche se periodicamente alcuni di questi scompaiono, come capitato di recente a Insilico e Mount St. Michel. Per riuscire ad orizzontarvi ci sono almeno due modi, oltre a seguire periodicamente i suggerimenti che vi diamo su Mondivirtuali.it.

          Insilico destination guide second life

          Il primo metodo è il più semplice: attraverso il sito Secondlife.com o una volta entrati su Second Life utilizzando il motore di ricerca su web, entrate nella categoria “Guida alle destinazioni” e avrete una selezione delle più interessanti località virtuali divise per categorie.

          Spunti su Facebook, Flickr e Koinup

          Se non vi fidate del giudizio di Linden Lab, ci sono poi numerosi gruppi su Flickr dedicati alla raccolta di immagini delle più interessanti località di Second Life. Uno dei più recenti è ad esempio SL Tourist Board che richiede a chi aggiunge una nuova immagine di inserire sempre lo Slurl (ossia le coordinate della località, così da poterla raggiungere facilmente), un altro è SL Places to be.

          Mount St Michel destination guide second life

          Anche su Koinup potete trovare gruppi simili, come Second Life Explorers o come Evocative Landescapes nei quali però non sempre le immagini sono abbinate allo Slurl delle località (ma potete a quel punto cercarla col motore di ricerca interno del viewer di Second Life). In Facebook, infine, esiste la community Photograph location directory of SL dove potrete trovare tanti spunti interessanti.

          Ora non avete più scuse per esplorare le migliaia di località virtuali tuttora presenti nel mondo virtuale di Linden Lab, quindi che aspettate?

          Se poi  volete rimanere sempre aggiornati sui mondi virtuali, la realtà virtuale e aumentata e la creatività, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube). Condividente questo articolo, ci aiuterete a seguire sempre meglio gli argomenti che vi interessano!

          by -
          Cica Ghost Them cover

          Cica Ghost Them

          Tutti parlano di realtà virtuale ma che genere di contenuti si possono realizzare oltre ai videogiochi, per rendere questa tecnologia sempre più interessante? Ad esempio installazioni di arte grafica tridimensionale, come da anni già si vedono in Second Life. Tra le artiste più valide di questi ultimi anni si segnala Cica Ghost, di cui vi ho già parlato presentandovi la sua Little Town.

          Ora Cica Ghost torna a sorprendere gli utenti di Second Life e gli appassionati di arte grafica con un nuovo progetto, “Them”, di chiara ispirazione ufologica. Di fatto si tratta di un’adunanza di alieni grigi giganti, in attesa di essere trasportati a bordo del proprio disco volante.

          Cica Ghost e gli alieni grigi

          Fa un certo effetto aggirarsi per la sperduta isola, nell’oceano di pixel di Second Life, su cui decine di alieni grigi giganti si sono radunati in attesa forse di tornare a casa, ma attenti a scrutare gli eventuali visitatori che si aggirassero tra loro. Vi consiglio vivamente di visitare questa bella installazione, semplicemente cliccando sul bottone di teleport che trovatte qui sotto.

          Teleport button

          Se poi siete curiosi e volete capire subito di che si tratta, potete sempre guardare questo video di Guadalupe Vasquez e farvi un’idea. Buona visione e come sempre condividete questo articolo sui vostri social, se vi è piaciuto!

          by -
          Star Trek 50 cover

          Star Trek compie 50 anni: la serie di fantascienza più famosa della storia della televisione americana debuttò l’8 settembre 1966 sul canale televisivo Nbc, per poi terminare dopo tre stagioni a seguito di deludenti indici di ascolto.

          Star Trek Beyond debutta nei cinema

          star trek 50 yearsUna “falsa partenza” che non ha impedito negli anni di diventare la serie di culto nei decenni successivi, tanto da vedere nel 1973 una versione a cartoni animati e fin dal 1979 una dozzina di film, l’ultimo dei quali, Star Trek Beyond, debutta stasera, 22 luglio, nei cinema americani (in Italia è in distribuzione da ieri sera).

          Numerosi gli eventi collegati a un anniversario così importante, dall’esposizione: “Star Trek: 50 artisti, 50 anni” da ieri al 24 luglio al ComiCon di San Diego, in California (si sposterà poi a Las Vegas dal 3 al 7 agosto in occasione della 15esima convention annuale ufficiale di Star Trek, a Toronto dal 19 agosto al 5 settembre, a New York dal 16 al 25 settembre e a Birmingham dal 7 al 9 ottobre), a concerti dal vivo e incontri con i membri del cast originale, sino ad una crociera caraibica dal 9 al 15 gennaio 2017.

          Nuovo spin-off televisivo in arrivo

          Star Trek 50 trioNel corso degli anni le avventure dell’originale equipaggio dell’astronave Enterprise del 23esimo secolo hanno lasciato spazio a cinque spin-off televisivi: Star Trek: The Next Generation (STNG) che descrive le avventure di un ecquipaggio a bordo di una nuova Enterprise un secolo dopo l’originale, Star Trek: Deep Space Nine (DS9) e Star Trek: Voyager ambientate contemporaneamente a STNG, Star Trek: Enterprise, che invece è ambientata 100 anni prima della serie originale e Star Trek: Voyager, ambientato nel 2370 a bordo dell’astronave Voyager.

          Se tutto questo non fosse bastato, dal prossimo anno la Cbs, proprietaria dei diritti del fortunato franchisee, metterà in onda una nuova serie Star Trek che introdurrà nuovi personaggi nel vasto universo fantastico (pensate che finora tra serie televisive e film si sono viste 62 diverse classi di astronavi della Flotta Stellare). Ma nei cuori di tutti i fan le tre icone anche dopo 50 anni sono sempre loro: il capitano James Tiberius Kirk, il vulcaniano Spock e il dottore Leonard H. “Bones” McCoy.

          Se volete sapere come andrà a finire nei prossimi 50 anni, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

          Condividente questo articolo, ci aiuterete a seguire sempre meglio gli argomenti che vi interessano!

          I più letti ultima settimana / Most read last 7 days

          goldman sachs ar vr cover

          Goldman Sachs ha analizzato le possibile evoluzione della realtà virtuale e della realtà aumentata elaborando tre possibili scenari e le loro conseguenze