Scoprite Undertale, l’horror game indie di Toby Fox

Scoprite Undertale, l’horror game indie di Toby Fox

Undertale è con Five Nights at Freddy’s (Fnaf) di Scott Cawthon e Bendy and the Ink Machine (Batim) di Paul Crawford (aka theMeatly) il terzo componente della triade di indie horror game che ha spopolato in questi anni.

Sviluppato da Toby Fox (aka Radiation), autore anche della colonna sonora e dal 2019 collaboratore del gruppo Nintendo per cui ha composto le musiche di Super Smash Bros Ultimate, Little Town Hero e Pokemon Spada e Scudo, Undertale narra di un ragazzo (il giocatore) caduto nel mondo dei mostri, rinchiusi da secoli nel sottosuolo dopo una guerra con gli esseri umani.

Una barriera magica separa i due mondi e non può essere superata se non da chi possieda sia un’anima di mostro sia di umano, ma un giorno un bambino scalò il monte Ebott, scopre un’enorme voragine e vi cadde dentro, finendo col trovarsi tra le rovine del reame dei mostri. Da questo punto inizia il gioco vero e proprio (e i nostri spoiler).

Undertale gameplay

Tre run alternative per Undertale

Rispetto a Fnaf e Batim, in Undertale il giocatore ha un’opzione fondamentale: può scegliere se giocare in modalità (“run”) Neutrale, Pacifista o Genocida. In tutti i casi si intuisce, come in parte anche in Fnaf e Batim, che i mostri non sono necessariamente sempre e solo i cattivi della storia.

In più alcuni dei personaggi di Undertale sono consapevoli che il mondo può essere resettato, ossia che la vicenda si svolge all’interno di un videogioco, rompendo frequentemente la “quarta parete”.

Attenzione naturalmente a chi incontrate e di chi vi fidate, perché in Undertale non tutto è come può sembrare e le abilità (e l’importanza nella storia) dei singoli personaggi cambiano a seconda della “run” che si decide di giocare.

I tre finali principali del gioco

A seconda delle scelte fatte, di combattere e uccidere, oppure di risparmiare i mostri, il giocatore procederà attraverso differenti scene, dialoghi ed azioni, arrivando a tre finali principali (neutrale, pacifista o genocida).

Per ottenere il finale neutrale occorre aver risparmiato almeno un mostro. Dopo aver sconfitto Asgore, il re del mondo dei mostri, questi verrà ucciso da Flowey, un fiore parlante che all’inizio del gioco dopo aver finto di voler aiutare il giocatore lo attacca riducendolo in fin di vita.

Se dopo lo scontro finale si risparmierà Flowey (e si saranno risparmiati tutti i mostri contro cui ci si è scontrati in precedenza) sarà possibile giocare il finale pacifista, tornando al salvataggio precedente la battaglia con Asgore. Dopo una serie di azioni, il protagonista (che rivelerà di chiamarsi Frisk) potrà decidere se rimanere a vivere coi mostri o tornare nel mondo degli umani, con due distinte sequenze finali.

Undertale Chara Frisk

Il ruolo di Chara nella run genocida

Infine, se durante la “run” genocida si saranno eliminati tutti i demoni, boss compresi, dopo l’eliminazione di Asgore e Flowey comparirà l’anima del primo umano che era caduto nella voragine, Chara, che attaccherà il protagonista facendo crashare il gioco.

Chara chiederà poi se si vuole ricominciare il gioco in cambio dell’anima del giocatore stesso. Se questi accetta alcuni file del gioco verranno modificati e non sarà più possibile ottenere l’originale finale pacifista.

Scegliete dunque attentamente come volete giocare ad Undertale, di cui potrete apprezzare, procedendo nel gioco, le numerose citazioni e riferimenti ad altri classici “mainstream” (dalle avventure di Mario e Luigi ai dialoghi surreali di Mr Bean) e se volete un consiglio, cercate di sperimentare prima il finale pacifista o quello neutrale, lasciando per ultimo eventualmente il finale genocida.

Versioni per pc e per console dei 3 indie horror game

Una notazione finale: nato per pc Windows e OS X, Undertale ha poi visto il lancio di versioni per la Playstation 4 e la Playstation Vita, oltre che per la Nintendo Switch. Fnaf, nato ugualmente per pc Windows e iOS, ha avuto poi versioni per Playstation 4, Xbox One e Nintendo Switch, mentre Batim, nato per pc Windows, ricevette poi i port per Playstation 4, Xbox One e Nintendo Switch.

I tre “grandi” indie horror game sono diventati “grandi” a tutti gli effetti, ormai e per Undertale è anche arrivato un sequel (Undertale Deltarune). Se avete domande da fare, potete rivolgervi a David Progamer e guardare video come Ask Undertale 1 e Ask Undertale 2 Season 1 se poi volete restare aggiornati sulle ulteriori novità voi continuate a seguire Mondivirtuali.it. Potete farlo tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook.

Ma ricordate: Mondivirtuali.it è anche su FlickrScoop.itPaper.li e su Youtube. E magari iscrivetevi alla nostra newsletter e sosteneteci diffondendo i nostri contenuti da sempre gratuiti e pagati solo dai vostri click sui banner pubblicitari.

Related Articles