Linden Lab taglia lo staff di Sansar, la VR che futuro avrà?

Linden Lab taglia lo staff di Sansar, la VR che futuro avrà?

La realtà virtuale continua a veder crescere le applicazioni industriali e di nicchia (ad esempio nel settore museale), ma resta poco avvincente per il mercato di massa dell’intrattenimento. Linden Lab ne prende atto e secondo, quanto riferisce il blog New World Notes, licenzia 20 dei dipendenti che lavoravano al progetto Sansar.

Sansar, dall’entusiasmo per la VR ai licenziamenti

Aperto con molta enfasi nell’estate del 2017, era apparso chiaro fin dall’inizio che Sansar non sarebbe diventato rapidamente una piattaforma “di massa” come per breve tempo fu Second Life. Questo a causa dell’andamento molto meno che esplosivo dei dispositivi VR.

Per ora Linden Lab ha escluso di voler vendere Sansar. Al tempo stesso Second Life non sarà chiusa, per il timore di Linden Lab di perdere la gran parte dei suoi utenti. Resta da vedere se riuscirà a sviluppare la nuova piattaforma in modo tale da renderla attraente per un utilizzo di massa.

Sansar VR Cult

In alternativa l’azienda californiana potrebbe rendere Second Life pienamente compatibile con i visori per realtà virtuale. Risolvendo al tempo stesso problemi cronici che affliggono un’architettura, quella client-server, che oltre alla bontà del software deve affidarsi alla qualità dell’hardware a disposizione degli utenti e delle reti utilizzate per il collegamento.

VR come mezzo per manipolare la realtà

Ma la realtà virtuale avrà mai un utilizzo di massa? Secondo Dario Buratti (aka Colpo Wrexler), il futuro della realtà virtuale potrebbero essere “luoghi dedicati all’arte e alle sue installazioni”.

Per molti artisti che si occupano di VR Art, commenta il noto builder italiano owner di VR Cult sul suo profilo Facebook, “non si tratta solo di creare un mondo virtuale, ma piuttosto di utilizzare la VR come l’ingrediente di una ricetta di manipolazione della realtà”.

virtual reality business future

Oltre alla VR art, anche gli esport potrebbero continuare a rappresentare una scommessa interessante per il futuro della VR. Ma per Linden Lab vorrebbe dire superare una volta per tutto il concetto di “il tuo mondo, la tua immaginazione” così cara a Second Life per costruire qualcosa più simile a World of Warcraft e ai MORPG in genere. Ci riuscirà?

Se volte scoprirlo, continuate a seguire Mondivirtuali.it anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook. Ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube. E magari iscrivetevi alla nostra newsletter!

Related Articles