Fnaf, novità e conferme da Scott Cawthon

    by -
    Fnaf 7 Scott Cawthon cover

    Nell’estate del 2017 aveva detto di averlo cancellato, ma Scott Cawthon ci ha abituato a cambiamenti d’idea, così quando a dicembre Fnaf 6, alias Freddy Fazbear’s Pizzeria Simulator (Ffps), è stato reso disponibile su Steam, in pochi si sono sorpresi.

    Fnaf 6, un gioco in tre fasi

    Rispetto alle cinque precedenti versioni di Fnaf (Five nights at Freddy’s), la sesta inizia con una semplice schermata a 8 bit che consente di giocare ad un minigioco il cui obiettivo è lanciare delle pizze a dei bambini. Una volta finito il minigioco appare Scrap Baby e in breve ha inizio il gioco vero e proprio, in cui ogni giorno è formato da tre fasi.

    Nella prima, al mattino, il giocatore è un nuovo gestore, appena assunto, di una delle pizzerie della catena Fazbear’s; nella seconda, alla sera, occorre svolgere una serie di mansioni sotto la minaccia degli animatronici assassini; nella terza, alla fine di quasi ogni notte, si potrà scegliere se abbandonare gli animatronici o controllarli, senza che essere attaccati comporti in questo caso la morte del giocatore.

    Finali multipli e tributi

    Fnaf 6 ha diversi finali, che potranno essere raggiunti in base alle scelte e alle azioni compiute nelle tre diverse fasi del gioco. Accolto da buone critiche, l’ultima (per ora) creazione videoludica di Scott Cawthon a distanza di un anno è tornata a far parlare di sé in rete, perché ha ispirato Five Nights at Vault 5.

    Si tratta di un vero proprio tributo ma anche e soprattutto di una mod di Fallout: New Vegas, celebre gioco di ruolo d’azione sviluppato da Obsidian Entertainment e pubblicato nel 2010 da Bethesda Softworks che di base dava la possibilità di esplorare setta Vault di New Vegas, ognuno con una propria storia.

    Fnaf 7 Scott Cawthon

    Fnaf movie slitta ancora

    Inoltre Scott Cawthon ha da poco annunciato il porting di Fnaf anche su PS4, Xbox One, Nintendo Switch e l’arrivo di una versione per tablet e smartphone. Cawthon ha peraltro segnalato l’ennesimo slittamento dell’uscita nei cinema (se mai ci sarà) del film su Five nights at Freddy’s.

    Slittamento dovuto al fatto che l’ultima sceneggiatura non è piaciuta a Scott che ha ribadito che o uscirà un bel film o non darà il suo consenso alla produzione. Se gli sceneggiatori di Hollywood riusciranno a soddisfare Cawthon, il film riguarderà comunque solo i primi tre episodi e non quelli successivi, ha anche precisato Scott.

    In arrivo Fnaf 7 e un nuovo titolo

    E siccome Scott Cawthon non pare aver intenzione di ritirarsi in pensione, dal prossimo anno potrebbero anche arrivare un gioco in realtà virtuale ed uno in realtà aumentata, oltre a Five Nights at Freddy’s: Into Madness (Fnaf 7) che raccoglierà una serie di idee che non hanno trovato posto nei capitoli finora pubblicati.

    Ultimo ma non meno importante, dovrebbe essere distribuito un nuovo titolo con budget “tripla A”, che però al momento non è ancora stato sviluppato. Se volete sapere come andrà a finire continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube) e magari iscrivetevi alla nostra newsletter!