Remoria VR su Kickstarter con Lignum

Remoria VR su Kickstarter con Lignum

Remoria VR, la startup romana di cui vi abbiamo già parlato, ha avviato il 10 Novembre 2016 una campagna di crowdfunding su Kickstarter per raccogliere fondi per il controller Lignum, compatibile con smarpthone iOS e Android.

Campagna di crowdfunding fino al 10 dicembre

Remoria VR logoObiettivo della campagna di crowdfunding di Remoria VR sono 20 mila euro da raggiungere in un mese, dunque entro il prossimo 10 dicembre, ma anche sviluppare una comunità di sviluppatori attorno al controller e quindi incoraggiarli a sviluppare contenuti immersivi e interattivi di realtà virtuale.

La cosa interessante è che la campagna per Lignum è strutturata, come solitamente avviene, su più livelli di contributi, da un minimo di 5 euro (che vi inserirà in una mailing list per essere sempre aggiornati sugli sviluppi) a 300 euro o più (in questo caso i donatori riceveranno un Lignum Controller set e un Lignum DKI peronalizzato (otre a un cavetto micro Usb).

Dei sette livelli di contributi possibili, tre sono sostanzialmente identici e offrono ai donatori un Lignum Controller e un cavetto micro Usb a 29, 49 o 59  euro: ci pare un modo interessante per testare l’interesse dei potenziali utenti per diverse fasce di prezzo, in base alla velocità con cui i tre livelli andranno esauriti.

De Falco: Lignum utile a sviluppatori di contenuti VR

Remoria VR Kickstarter crowdfundingA proposito di Lignum Controller, si tratta di un dispositivo wireless Bluetooth 4.1 specificamente sviluppato per la realtà virtuale con una serie di sensori che consentono movimento e orientamento a bassa latenza (inferiore ai 10 ms). Il punto di forza di Lignum Controller è la sua flessibilità, dato che può operare sia in combinazione con smartphone iOS o Android, sia (grazie a Lignum SDK) a Samsung Gear VR attraverso Windows, Mac o Linux.

Ci si potrebbe chiedere in cosa Lignum differisca dagli altri controller disponibili sul mercato. Ebbene, Google ha lanciato la sua piattaforma VR, Daydream, sviluppata direttamente in Android 7.0 Nougat, il che significa che supporterà solo dispositivi ad alta prestazione” spiega il co-founder e Ceo di Remoria VR, Marco de Falco.

Ciò nonostante sono pochi gli smartphone al momento compatibili con Daydream. Questo è un grosso ostacolo per gli sviluppatori che vogliono costruire le loro esperienze VR ma non posseggono dispositivi certificati Google. Per loro Lignum è la soluzione” conclude de Falco, tanto più che Lignum è compatibile anche con versioni precedenti di Android fino alla 4.4, il che espande le sue possibili utilizzazioni e rende la VR realmente disponibile.

Se volete restare sempre aggiornati, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube). Condividente questo articolo, ci aiuterete a seguire sempre meglio gli argomenti che vi interessano!

Related Articles