Videogiochi in realtà virtuale: sondaggi ancora poco confortanti

    442
    realtà virtuale sondaggi cover

    Gli utenti di internet non hanno mai mostrato un grande interesse per i mondi virtuali e la cosa sembra destinata a durare anche ora che la realtà virtuale (VR) sembra promettere nuove meraviglie.

    Sondaggi amari per la realtà virtuale

    smartphone realtà virtuale e videogiochiSecondo un sondaggio condotto dall’agenzia Sequence su un campione di 1.000 utenti internet statunitensi riguardo le loro abitudini di gioco, il 27% ha risposto di giocare abitualmente tramite smartphone, il 18% tramite desktop e laptop e solo il 12% tramite le classiche console per videogiochi.

    Tra coloro che sono giocano ai videogiochi, ben il 42% si è dichiarato poco o nulla interessato a provare dispositivi per la realtà virtuale, con una leggera prevalenza delle donne tra coloro che non apprezzano la VR e di over 60enni rispetto agli uomini e ai ragazzi tra 18 e 29 anni tra coloro che la apprezzano.

    In realtà dal sondaggio sembra emergere che non ci sia ancora una grande conoscenza né convinzione riguardo alla realtà virtuale: oltre un terzo degli intervistati si è detto potenzialmente interessato a provare dispositivi per giochi in VR, ma meno di un quarto si è detto realmente desideroso di farlo.

    Poco interesse per i visori VR

    giochi per realtà virtualeUno dei problemi sembra essere dato proprio dai visori per VR che ancora mostrano un modesto appeal per il pubblico: secondo un altro sondaggio condotto dal sito Gamer-Network, il 59,5% degli utenti mondiali di internet ha dichiarato di non volerne acquistare uno, mentre solo il 14,9% si è detto intenzionato a farlo.

    Nessuno ha finora chiesto la cosa più ovvia: quanto sarebbero eventualmente disposti a spendere gli utenti di internet per acquistare un visore VR per giocare ai videogiochi.

    Il sospetto è che sia a livello di console (Sony PlaystationVR) sia di dispositivi da collegare al computer (Oculus Rift e Htc Vive), i prezzi dei visori e dei controller siano ancora troppo elevati.

    Resta da capire se Samsung, colpita dai problemi che hanno portato al ritiro del Galaxy Note 7, o Google, che in questi giorni ha lanciato il suo nuovo Daydream, riusciranno a creare una base utenti sufficientemente ampia da fare breccia tra tutti coloro che utilizzano lo smartphone per giocare.

    Sarà un nuovo caso Second Life?

    SL 2016 realtà virtualeSe così fosse e se i numerosi cloni a basso costo in arrivo dalla Cina si dimostreranno di qualità sufficiente a non scoraggiare gli utenti una volta passato “l’effetto wow”, la realtà virtuale potrebbe superare la diffidenza degli utenti internet; altrimenti si rischia un nuovo “caso Second Life”, con un mercato di nicchia per pochi appassionati che non riuscirebbe a creare veramente un mercato di massa, spegnendo rapidamente l’interesse di startup e aziende che in questi mesi stanno provando a creare contenuti ad hoc per la VR.

    Se volete rimanere sempre aggiornati sui temi della VR, dei videogiochi e delle tecnologie geek in genere, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube). Condividente questo articolo, ci aiuterete a seguire sempre meglio gli argomenti che vi interessano!

    Lukemary Slade
    Lukemary Slade is the Second Life avatar (created since March 8, 2007) of the editor in chief of Mondivirtuali.it, in RL a financial analyst and VR mentor always ready to talk about virtual and augmented reality, geek technologies and startups.
    Loading Facebook Comments ...

    1 COMMENT

    Leave a Reply