Perché investire in realtà virtuale e aumentata per l’arte

Perché investire in realtà virtuale e aumentata per l’arte

Investire nello sviluppo di contenuti che sfruttano le tecnologie di realtà virtuale e realtà aumentata applicante al patrimonio artistico-culturale italiano conviene? Molte startup e piccole e medie imprese italiane scommettono di sì.

Per questo hanno iniziato a produrre contenuti e piattaforme per consentire a turisti e appassionati di fruire una mostra o un sito archeologico in modo arricchito. Ve ne vogliamo presentare alcune.

La realtà virtuale di Ikon per l’Antica Aquileia

Ikon assieme a Nudesign ha realizzato già nel 2013 per Fondazione Aquileia (ente che gestisce il patrimonio dell’antica città romana) Antica Aquileia 3D, un’applicazione mobile iOS e Android.

Grazie ad essa è possibile guardare i monumenti attraverso smartphone o tablet, visualizzando ricostruzioni tridimensionali in modalità interattiva. Se volete avere un assaggio di ciò che significa, gustatevi il video qui sotto.

SpinVector e il teatro romano di Benevento

SpinVector, di cui Mondivirtuali ha già parlato, oltre ad aver realizzato nel 2011 la ricostruzione virtuale di Pompei per il Mav (Museo archeologico virtuale) di Ercolano, ha sviluppato più di recente un progetto di digitalizzazione e visualizzazione del teatro romano di Benevento. Al progetto ha collaborato il centro dipartimentale Urban Eco dell’Università Federico II di Napol.

ARtGlass, dalla Villa Reale di Monza a Caravaggio

ARtGlass – Capitale Cultura Group ha invece puntato sulla realtà aumentata per valorizzare in modo innovativo e accattivante il San Francesco in Meditazione di Caravaggio.

riscopri caravaggio

La tela è stata recentemente restaurata e riesposta presso il Museo Civico Ala Ponzone di Cremona, attraverso l’iniziativa “Riscopri Caravaggiopresentata lo scorso 30 settembre.

Già da inizio febbraio i visitatori della Villa Reale a Monza possono inoltre  seguire un percorso immersivo negli ambienti della villa stessa, realizzato sempre da ARtGlass.

Regium@Lepidi, da Reggio Emilia agli States

I Musei Civici di Reggio Emilia il 30 maggio 2015 hanno invece inaugurato il museo virtuale Regium@Lepidi 2200 frutto di un progetto internazionale, durato due anni, sulla ricostruzione virtuale della città romana di Regium Lepidi (Reggio Emilia).

Il progettoha visto la collaborazione della Duke University (in particolare dei laboratori Dig@Lab, fondati dal professor Maurizio Forte), dei Musei Civici di Reggio Emilia e del Lions Club Host Città del Tricolore, Reggio Emilia.

Dopo oltre due anni di lavoro, a Reggio e presso i laboratori Dig@Lab a Durham (Stati Uniti), il Museo Virtuale sulla città Romana ha visto la luce.

LD porta la Città proibita a Torino

A Torino, dal 24 febbraio al 28 marzo 2016, grazie alla collaborazione tra Fondazione Torino Musei e LD Multimedia è stato possibile visitare “virtualmente” la Città Proibita utilizzando un visore Oculus Rift.

LD Multimedia è una startup fondata da Luca Licata e Fulvio Castellaro dedicata alla produzione di scenari di realtà virtuale.

LD multimedia citta proibita in realtà virtuale

Era inoltre possibile acquistare (a 9 euro) un visore in cartone prodotto dalla stessa LD Multimedia, che a parità di file a 360 gradi offre una qualità visiva superiore del 20% rispetto al più noto Samrung Gear VR.

Utilizzando lo smartphone si potevano scaricare gratuitamente applicazioni dedicate e rivivere il “viaggio” anche fuori dal museo.

Realtà virtuale e aumentata per l’arte, c’è spazio per tanti

L’abbinamento realtà virtuale / realtà aumentata e patrimonio artistico è dunque quanto mai ricco e vitale, anche se il settore appare ancora molto frammentato.

Ciò da un lato potrebbe limitare la portata economica dei singoli progetti; dall’altro lascia spazi aperti a PMI e startup che vogliano avanzare proposte innovative. Quindi che aspettate a provarci?

Ovviamente se volete rimanere sempre aggiornati, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube). Condividente questo articolo, ci aiuterete a seguire sempre meglio gli argomenti che vi interessano!

Related Articles