Eve Valkyrie, quando il gioco si fa duro i duri giocano in VR

    by -
    766
    eve valkyrie cover

    oculus rift eve valkyrieSe siete giunti a questo articolo cercando su Google Eve Valkyrie, Eve Valkyrie Htc Vive, Eve Valkyrie Playstation VR, Eve Valkyrie Oculus Rift o simili, siete nel posto giusto. Di Eve Online abbiamo già avuto modo di parlare quando il videogioco sviluppato da Crowd Control Productions (CCP) Games,  celebrò i suoi 12 anni di attività ma ora è il caso di fornirvi altre informazioni sulla sua più recente versione, pensata per i visori per realtà virtuale come Oculus Rift e Htc Vive.

    Eve Valkyrie è la versione sviluppata appositamente per il visore VR Oculus Rift (ma entro fine 2016 sarà disponibile anche la versione per HTC Vive) del celebre universo virtuale ricco di combattimenti all’ultimo sangue, caratterizzato da splendidi effetti visivi, che consente azioni multiplayer online competitive o di optare per la modalità a giocatore singolo, con un aggiornamento delle abilità del vostro personaggio e delle astronavi che potrete utilizzare in base ai progressi che otterrete nello svolgimento del gioco.

    Eve Valkyrie vi toglierà il fiato

    eve valkyrieUn videogioco davvero coinvolgente, adrenalinico e che vi toglierà il respiro, dandovi una dimostrazione di quanto la realtà virtuale possa cambiare e arricchire gli attuali videogiochi e i mondi virtuali a cui siamo abituati. Fin dall’inizio verrete immersi nel posto di comando della vostra astronave per essere gettati in spettacolari arene spaziali. Potrete girare il casco e ammirare l’immensità dello spazio attorno a voi a 360 gradi e probabilmente resterete sgomenti a bocca aperta, almeno all’inizio.

    Il sistema di controllo consigliato è il gamepad o, in alternativa, l’hotas Saitek X52, vi ci vorrà poco tempo per capire come funziona il tutto, molto di più per eseguire le missioni alla perfezione. Se sceglierete di giocare da solo, avrete da compiere missioni esplorative aggirandovi per le splendide mappe spaziali e potrete provare il combattimento contro bot che giungeranno a ondate, ma il vostro personaggio non otterrà alcuna esperienza o progressione di sorta.

    Le caratteristiche del gioco

    eve valkyrie featuresNelle battaglie contro altri giocatori inizialmente disporrete solo una nave, senza alcun upgrade che rischierà di finire abbattuta dai giocatori più esperti di voi. Le navi sono divise in tre classi distinte: Fighter, Heavy e Support. Con ogni partita accumulerete esperienza sia sul profilo del vostro avatar, sia nelle classi di navi che avrete giocato, in base ai vostri punteggi finali. In ogni battaglia è consentito il respawn e potrete alternarvi tra differenti classi di astronavi e scegliere fino ad un massimo di cinque modelli da personalizzare tra i 24 sbloccabili (ma occorrerà tanto tempo per riuscirci).

    Per ognuna delle sei mappe esistono tre modalità (Team Deathmatch, Control e Carrier), per acquistare nuove astronavi e fare upgrade dovrete spendere soldi e materie prime, i primi ottenibili come ricompensa aumentando di esperienza e per alcuni eventi “in-game”, le seconde da raccogliere dai rottami di nemici abbattuti, oppure da scovare nelle missioni di esplorazione. I primi cinque livelli di esperienza consentono al giocatore di utilizzare una sola astronave (un Fighter modello Wraith) e solo in modalità Team Deathmatch se volete giocare online, dopo sbloccherete le altre due  astronavi base e le ulteriori due modalità di gioco.

    Le emozioni iniziano dal quinto livello

    eve valkyrie screenshotQui comincerà davvero la vostra “carriera” di pilota di astronavi, potendo scegliere se utilizzare astronavi delle classi Fighter (velocità e resistenze medie ma potenza di fuoco molto alta), Support (armatura e potenzialità offensiva modeste, ma velocità elevata e scudi rapidi a ricaricarsi) o Heavy (astronavi di dimensioni maggiori, molto lente, con una scocca e scudi molto resistenti ed un volume di fuoco elevatissimo), in base alla circostanza. Il tutto senza avere alcun confine visivo, anzi sentendovi realmente immerso (e sperduto) nello spazio profondo.

    Nel complesso un gioco molto ben costruito e bilanciato, con buoni contenuti cui potranno aggiungersene altri, che tuttavia rivolgendosi specificamente a chi avrà acquistato un Oculus Rift o un HTC Vive rischia di essere giocato da un bacino di utenti molto ridotto, almeno inizialmente, il che per un gioco godibile essenzialmente in modalità PvP (giocatore contro giocatore) è un handicap non da poco, che tuttavia si spera possa essere superato nel giro di uno o due anni con l’apparire sul mercato di nuovi modelli di visori VR a prezzi più contenuti ed in grado di ottenere una diffusione di massa.

    In attesa di raccogliere le vostre prime esperienze di gioco, se volete restare sempre aggiornati, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

    Condividente questo articolo, ci aiuterete a seguire sempre meglio gli argomenti che vi interessano!

    1 COMMENT

    Leave a Reply