edMondo, la didattica italiana diventa digitale

    by -
    edmondo cover

    Lentamente anche la scuola italiana si rinnova e fa spazio a esperienze educative digitali. Avviato fin dal 2009 come progetto pilota, edMondo, mondo virtuale creato e gestito da Indire (Istituto nazionale di documentazione, innovazione e ricerca educativa) su una piattaforma Opensim, si propone di propone di superare gli svantaggi che tipicamente affliggono le principali piattaforme virtuali 3D online quando si tratta di impiegarle in didattica.

    edMondo: i vantaggi rispetto a Second Life

    In particolare il mondo virtuale di Indire a differenza di piattaforme come Second Life o Utherverse può consentire di: garantire contenuti sicuri, ossia indicati per gli studenti; gestire le identità online (in un ambiente didattico gli studenti devono essere riconoscibili); evitare i costi altrimenti necessari a mantenere uno spazio dedicato alla didattica tipici dei mondi virtuali commerciali (raramente alla portata di scuole, docenti e studenti italiani); iscrivere direttamente gli studenti e gestirne i permessi online.

    edMondo e la scuola italiana

    edmondo classe virtuale di matematicaUscito dalla fase beta edMondo ha ormai iniziato ad essere utilizzato dalle scuole e dai docenti italiani per progetti che vanno dalla formazione dei docenti stessi al protocollo europeo iTEC – Innovative Technologies for an Engaging Classroom. Grazie alla piattaforma di Indire sono stati già progettate e realizzate simulazioni fisiche e giochi matematici, ricostruiti e “ripensati” ambienti reali (dal centro storico di Molfetta al paesaggio del Monte Amiata in Toscana), ricreate strutture molecolari virtuali con cui gli studenti hanno potuto interagire, realizzati percorsi di diritto, progettati pastifici e altro ancora. Online è anche disponibile un elenco delle sperimentazioni in corso su edMondo.

    Come accedere a edMondo

    edmondo grid managerL’accesso a edMondo, riservato a docenti e studenti della scuola italiana, è totalmente gratuito. Anzitutto dovrà essere il docente a crearsi un account a questo indirizzo scegliendo, tra l’altro, il proprio avatar e scaricando il viewer con cui accedere a edMondo (al momento Firestorm, Imprudence, Singularity o Kokua). Una volta approvato l’account da parte dell’amministratore della piattaforma, si potrà accedere col proprio viewer a edMondo; ovviamente i viewer propongono come prima scelta Second Life, ma premendo sul pulsante “grid manager” è possibile aggiungere edMondo come “nuova griglia” inserendo come nome “edmondo” e come login Url “slw.indire.it:8002”.

    Mondivirtuali vi augura buona sperimentazione

    Edmondo opensimTornando alla schermata iniziale si potrà selezionare dal “grid manager” proprio edMondo e collegarvisi inserendo il nome e cognome (in questo caso reali) e password scelte al momento dell’iscrizione, premere il pulsante di “login” e iniziare a esplorare e sperimentare su edMondo su cui, tra l’altro, in queste settimane è attivo anche un membro della redazione virtuale di Mondivirtuali.it.

    Se poi, sia che siate docenti sia studenti, volete continuare a restare informati sulle ultime novità relative a mondi virtuali, realtà virtuale e realtà aumentata, continuate a seguire Mondivirtuali.it anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).