Moon 2015, sei cosmonaute russe verso la Luna

Moon 2015, sei cosmonaute russe verso la Luna

Mars 500 simulated marswalkL’utilizzo di simulatori e tecnologie di “realtà virtuale” o aumentata è sempre più frequente in ambito astronautico. Se qualche anno fa l’Esa e l’ente spaziale russo condussero una missione simulata su Marte (Mars 500) confinando sei astronauti tra cui l’italo-colombiano Diego Urbina per 520 giorni tra il 2007 e il 2011 in un ambiente che riproduceva una futura astronave e il relativo lander, destinato a sbarcare sul pianeta rosso (furono effettuate anche due “passeggiate” sul suolo marziano, anche queste in ambiente simulato), ora è la volta di sei cosmonaute russe.

Moon 2015 logoDal 28 ottobre al 4 novembre la missione Moon 2015, condotta sotto la supervisione dell’Accademia Russa delle Scienze dell’Istituto dei Problemi Biomedicali (Ipb), simulerà un volo delle durata di otto giorni dalla Terra alla Luna e ritorno, per testare la capacità fisica e psicologica delle donne a sopportare in futuro una missione lunare. Un fatto che, tra l’altro, dimostra come anche la Luna stia tornando ad essere un obiettivo interessante sia per il programma spaziale russo sia per quello americano, che pure è impegnato principalmente nel progettato viaggio verso Marte (nel frattempo, però, slittato dal 2020 al 2030).

Moon 2015 outfitChe siano in tanti a sognare di aggiunge le proprie impronte a quelle lasciate dagli astronauti del programma Apollo, terminato con la missione Apollo 17 nel dicembre 1972 (anche se alcuni teorici della cospirazione ritengono che anche le ultime tre missioni programmate ma poi cancellate, Apollo 18, 19 e 20, siano in realtà state effettuate di nascosto), è evidente dal fatto che le autorità russe non hanno avuto alcuna difficoltà a selezionare 10 volontarie per Moon 2015 (a differenza che per Mars 500 non è previsto alcun compenso per le partecipanti alla simulazione), delle quali però solo sei (tra cui Natalya Lysova, già iscritta al programma di addestramento ufficiale per cosmonauti russi) prenderanno parte alla missione simulata.

Se volete sapere come andrà a finire e rimanere informati sugli utilizzi di simulatori e realtà virtuale o aumentata anche nell’ambito aerospaziale, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

Related Articles