Ologrammi e film 7D sempre più realistici: guardate voi stessi

    by -
    4634
    ologrammi 7D cover

    ologrammi 7D - donnaL’olografia, ossia la tecnologia alla base degli ologrammi, è stata inventata fin dagli anni Quaranta del Novecento dallo scienziato ungherese Dennis Gabor che si basa sulla registrazione di un finissimo intreccio di frange di interferenza mediante l’impiego di luce laser per ricreare rappresentazioni tridimensionali (tecnicamente di parla di effetto di parallasse dell’immagine) del soggetto fotografato.

    Lo sviluppo dell’industria dei laser a partire dagli anni Sessanta del secolo scorso ha fatto fare enormi progressi alla tecnologia, tanto che già da qualche anno avatar olografici sono utilizzati per animare le vetrine di alcuni negozi d’abbigliamento, come Mondivirtuali.it vi ha già raccontato.

    Ologrammi 7D utilizzati per filmati

    Inizialmente fisse, le immagini olografiche (“ologrammi”) ormai sono anche dei filmati sempre più realistici anche perché di recente un team di scienziati giapponesi guidato dal professor Yoichi Ochiai è riuscito a sviluppare ologrammi sicuri al tatto, che possono essere toccati senza provocare ustioni grazie all’utilizzo di laser superveloci combinati a telecamere e specchi che arrivano ad una risoluzione fino a 200 mila punti, o “voxel” (volumetric pixel) al secondo.

    Le applicazioni più recenti sono quelle dei filmati 7D, ossia una pellicola tridimensionale cui vengono aggiunti ulteriori effetti speciali come condizioni metereologiche e approccio degli oggetti (o “scivolamento a piede”).

    Se volete un esempio del grado di realismo ottenuto dai filmati realizzati sfruttando ologrammi 7D guardate questo filmato, realizzato nel 2014 in un centro commerciale a Dubai.

    Rispetto ai visori 3D per la realtà virtuale gli spettatori non debbono dotarsi di alcun dispositivo e dunque questa tecnologia è ideale per parchi giochi virtuali o spettacoli cinematografici interattivi.

    Filmati 7D anche in televisione?

    Secondo alcuni in pochi anni anche i normali televisori potrebbero essere realizzati in modo da poter proiettare filmati 7D, consentendo di assistere a spettacoli tridimensionali stando comodamente seduti in salotto.

    ologrammi - F4 Phantom JetUna prospettiva affascinante che però spaventa taluni che temono che una simile tecnologia possa essere usata (o sia già stata usata) in modo distorto, ad esempio per scopi bellici o per realizzare cospirazioni, inscenando incidenti che potrebbero portare a conflitti più o meno ampi.

    Se volete sapere come finirà, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

    NO COMMENTS

    Leave a Reply

    Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.