High Fidelity lavora su avatar e contenuti

    by -
    High Fidelity news cover

    High Fidelity handsHigh Fidelity, la nuova startup di Philip Rosedale, già cofondatore di Linden Lab e “papà” di Second Life, prosegue nei suoi esperimenti preparandosi per l’arrivo sul mercato dei primi dispositivi di realtà virtuale nel corso del 2016. Pensare alla realtà virtuale fa pensare in genere ai visori 3D come quelli di Oculus Rift o Vive, ma sul mercato arriveranno anche nuovi controller azionati a mano.

    Per questo in High Fidelity tra le altre cose si sta lavorando per fare in modo che gli avatar possano simulare correttamente i movimenti delle mani in base ai dati inviati dai controller utilizzati dall’utente, utilizzando in particolare i dispositivi di DK2 e Hydra (ma come sempre una volta pronta High Fidelity sarà una piattaforma “agnostica”, ossia in grado di funzionare con qualsiasi dispositivo sul mercato).

    High Fidelity basketballAlcuni video diffusi sul canale Youtube di High Fidelity mostrano come già ora sia possibile manipolare oggetti, ad esempio creare una pila di blocchetti di legno virtuali o lanciando un pallone da pallacanestro verso un canestro (Philip Rosedale sembra dover fare tuttavia ancora qualche lezione di tiro).

    Accanto a questi lavori di “rifinitura” dei movimenti degli arti dell’avatar, durante l’estate in High Fidelity sono stati svolti alcuni “intern project” interessanti. Tra questi vi è stata la costruzione, utilizzando Api JavaScript, di un sistema solare virtuale in grado di offrire all’utente una simulazione interattiva così da dare una prima dimostrazione delle possibilità che High Fidelity offrirà nel campo dei contenuti educativi interattivi.

    High Fidelity solar systemOgni particolare è stato programmato con grande attenzione utilizzando le leggi fisiche reali: i pianeti girano in orbita attorno al Sole a distanze calcolate in scala, con l’esatto periodo orbitale dei pianeti veri, masse e gravità in proporzione. Insomma: maggiore capacità di interagire nell’ambiente virtuale e contenuti educativi sembrano due delle direzioni che High Fidelity sta prendendo per farsi trovare pronta (e interessante) entro il prossimo anno.

    L’unica domanda che rimane è se effettivamente i dispositivi di realtà virtuale saranno disponibili nei tempi finora previsti (al momento non vi sono ancora indicazioni ufficiali di prezzo e date di rilascio) e se, e in quanto tempo, gli utenti adotteranno in massa i nuovi dispositivi per poi richieder contenuti interattivi da quelli più ludici a quelli maggiormente educativi.

    Se volete scoprirlo e rimanere aggiornati sulle ultime novità di High Fidelity e della realtà virtuale in genere, non vi resta che seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).