Con Pokemon Go Nintendo cambia idea sulla realtà virtuale

    by -
    Pokemon Go cover

    Come non detto: se fino a poche settimane fa ai vertici della Nintendo la realtà virtuale sembrava interessare poco o nulla, a breve le cose potrebbero cambiare. Questa estate il numero uno di Nintendo of America, Reggie Fils-Aime, aveva spiegato di ritenere la realtà virtuale poco più che uno sfoggio di utilizzo di pura tecnologia, poco adatta ad applicazioni legate al divertimento quali quelle del comparto dei videogiochi, aggiungendo che i visori 3D come gli Oculus Rift o il Project Morpheus finirebbero con l’isolare l’utente, non garantendo la componente sociale dei giochi.

    Pokemon Go arriva nel 2016

    Pokemon Go screenshotIn questi giorni, invece, Nintendo sembra aver cambiato idea, annunciando l’arrivo per il 2016 di Pokemon Go, una app realizzata in collaborazione con The Pokemon Company per smarthone iOS e Android il cui sviluppo è stato affidato in questi ultimi due anni a Niantic (prima di divorziare da Google già responsabile del gioco in realtà virtuale Ingress).

    Pokemon Go, che secondo alcuni sarebbe stato l’ultimo progetto a cui ha lavorato Satoru Iwata, il visionario Ceo e presidente del gruppo giapponese spentosi all’età di 55 anni l’11 luglio scorso per problemi di salute e sostituito ai vertici del gruppo giapponese dal “papà” di Super Mario, Shigeru Miyamoto, consentirà infatti di giocare coi fortunati personaggi non nel modo tradizionale, bensì mescolando videogame, realtà aumentata e mondo reale.

    Pokemon Go PlusIn sostanza i giocatori dovranno perlustrare il mondo reale alla ricerca di Pokemon che appariranno sullo schermo del loro smartphone. Gli Allenatori avranno anche a disposizione, oltre al loro smartphone, uno smartwatch dotato di Bluetooth realizzato da Nintendo e chiamato Pokemon Go Plus, che segnalerà i Pokemon nelle vicinanze grazie ad un Led e a una vibrazione.

    Closed beta per pochi giocatori

    Un’anteprima del gioco, che verrà rilasciato in tutto il mondo, come ha confermato la presenza dello Reggie Fils-Aime alla conferenza stampa di presentazione, si avrà già quest’inverno col lancio di una “closed beta” riservata a un numero ristretto di giocatori che proveranno la app in anteprima, poi dovrebbe seguire il lancio commerciale, agli inizi del prossimo anno.

    Nell’attesa, se volete scoprire di più sulle nuove applicazioni di realtà virtuale e realtà aumentata, su videogiochi e mondi virtuali, non vi resta che continuare a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).