Oculus Rift compra Surreal Vision

Oculus Rift compra Surreal Vision

E’ passato poco più di un anno dall’acquisizione di Oculus Rift da parte di Facebook per 2 miliardi di dollari e mentre si attende l’arrivo sul mercato della prima versione “retail” dell’omonimo visore 3D, che dovrebbe costare attorno ai 1.500 dollari, la società di Palmer Luckey (a cui nel frattempo ha fatto causa Total Recall Technologies sostenendo che avrebbe infranto un patto di riservatezza e utilizzato tecnologie e un prototipo di visore 3D per poi dare vita a Oculus Rift stessa) ha fatto a sua volta un’acquisizione.

Oculus Rift acquisisce Surreal Vision

Surreal Vision cofounders

Per una somma che non è stata rivelata la società americana ha rilevato la britannica Surreal Vision, startup fondata da Richard Newcombe (già inventore di KinectFusion e DynamicFusion), Steven Lovegrove (che assieme a Newcombe ha già sviluppato Dtam -Dense tracking and mapping) e Renato Salas Moreno (co-inventore sempre con Newcombe di Slam+++ e di Dense Planar Slam).

Surreal Vision era impegnata a sviluppare ambienti virtuali interattivi attraverso un procedimento di scansione di oggetti reali e riproduzione degli stessi in ambito digitale, come potete vedere nel filmato qua sotto.

Dalla realtà virtuale alla realtà aumentata

Con questa mossa Oculus Rift (e quindi Facebook) potrebbe avvicinare la realtà virtuale (a cui finora ha guardato con il suo visore 3D) alla realtà aumentata: in pratica potrebbe capitare in un futuro prossimo che indossando un Oculus Rift siate in grado di scansionare la vostra stanza e trasformarla in un videogioco interattivo popolato di avatar e oggetti che non esistono sul piano fisico ma solo su quello digitale: altro che Second Life, più immersivo di così non si potrebbe, guardate per credere!

Sarà guerra con Microsoft e Sony?

Curiosamente, o forse no, sembra un approccio molto simile a quello che sta seguendo Microsoft con le sue HoloLens, per rafforzare il cui sviluppo di recente Microsoft ha assunto niente meno che l’ex direttore dello sviluppo di Mass Effect, Casey Hudson. La battaglia dei visori 3D sembra dunque avvicinarsi, anche perché nel frattempo anche Sony pare intenzionata ad accelerare i tempi di sviluppo del suo Project Morpheus, destinato a essere lanciato sul mercato retail nella prima metà del 2016, secondo quanto da poco annunciato.

Se volete sapere come andrà a finire, non vi resta seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

Related Articles

1 Comment

  • […] ed esperti   game designer e ingegneri del software a case come Microsoft (per Hololens e Xbox) e Oculus Rift (controllata di Facebook), anche la startup dell’ex “papà” di Second Life, Philip Rosedale, […]

Comments are closed.