Atlantide rivive a Fantasy Fair

Atlantide rivive a Fantasy Fair

Atlantide fantasy fair 2015Il mito di Atlantide ha sempre affascinato gli uomini e se oggi sappiamo che probabilmente è esistita una civiltà nel Mediterraneo che tra il 1.650 e il 1.000 avanti Cristo è stata spazzata via dall’eruzione di un vulcano marino e dal conseguente tsunami (i due indiziati principali sono Thera, il vulcano che un tempo faceva parte dell’isola di Santorini, e il Marsili, in pieno Tirreno, a 150 km a ovest delle coste della Calabria), la semplice idea che rovine della favolosa civiltà descritta da Platone possano esistere ancora da qualche parte sotto la superficie del mare eccita la fantasia di milioni di persone.

Atlantide fantasy fair 2015Così non è strano che anche in Second Life il tema di ambientazioni “atlantidee” sia stato ampiamente sfruttato. Anni fa si era diffusa persino l’idea, piuttosto bizzarra, che chi avesse costruito sotto la superficie del mare digitale del mondo virtuale di Linden Lab avrebbe risparmiato “peso” in termini di prims e avrebbe dunque potuto realizzare ambientazioni più riccamente decorate a parità di limiti imposti dalla sim che la ospitava. In questi giorni il tema di Atlantide e delle rovine sottomarine torna a mostrarsi ai visitatori di Second Life, in veste rinnovata grazie alle possibilità offerte ormai dalle mesh e dall’utilizzo di Blender da parte dei creatori di contenuti come Beq Janus.

Atlantide fantasy fair 2015A sfruttare questo tipo di set per attrarre curiosi è Fantasy Fair (qui il blog della manifestazione) che torna come ogni anno, dal 23 aprile al 3 maggio 2015, per supportare l’American Cancer Society e la manifestazione Relay For Life Second Life (in calendario il 18 luglio 2015). Se Beq Janus, scrittrice, builder e role player di lunga data in Second Life (è entrata nel mondo virtuale di Linden Lab nel 2007 ed è ad oggi la più antica “residente” di New Babbage di cui Beq possiede tre sim) quest’anno ha voluto creare Aurora, ispirandosi al ciclo di racconti di Ursula Le GuinEarthSea” tra i pochi romanzi fantasy mai scritti ambientati in un mondo in larga parte coperto dagli oceani in cui maghi sul modello del mito di Merlino si intrecciano con isole che potrebbero ricordare Santorini o la stessa Atlantide.

La parte sommersa dell’istallazione di Fantasy Fair, gli abissi di Poseidone, cui ha lavorato Haveit Neox, si discosta poi ancora di più dal puro tema fantasy per riavvicinarsi maggiormente ai miti greci e pertanto alla leggenda di Atlantide. Insomma: Atlantide che ci crediate o meno è rinata davvero sotto la superficie del mare di Second Life. Se il mito di Atlantide vi affascina quanto la sua riproduzione in Second Life, continuate a seguire seguire Mondivirtuali.it anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

Related Articles