Troppi mondi virtuali? DigiWorldz li seleziona per voi

Troppi mondi virtuali? DigiWorldz li seleziona per voi

Digiworldz logoDigiWorldz,  è una piattaforma 3D per comunità online di New York fondata da Terry Ford, Michael Sietz e Mark Wiseman e specializzata in mondi virtuali operanti su Opensim ed abilitati all’HyperGrid, che pur avendo aperto i battenti da poco ha già pronte ad essere affittate, a 8 dollari al mese ciascuna, 500 regioni con una capienza massima di 15 mila prims e 50 visitatori in contemporanea.

Un prezzo particolarmente competitivo visto che solitamente con 8 dollari al mese si ottengono regioni da 5 mila prims. Anche per questo, probabilmente, DigiWorldz è riuscita già a mettere online oltre 300 regioni, per il 95% a pagamento come ha confermato in un’intervista uno dei tre co-fondatori e attuale Cfo, Michael Sietz.

DigiWorldz, portale verso mondi virtuali

DigiWorldz, di cui vi proponiamo sotto una recensione filmata di Adam Time, al momento è utilizzata principalmente da utenti individuali (anche se non manca qualche società che però non utilizza la piattaforma Opensim per i suoi aspetti sociali, quanto per testare qualche prototipo di applicativo o creare prodotti derivati, magari in vista del lancio di propri mondi virtuali) ed ospita una selezione di portali HyperGrid testati tutti i giorni e che indirizzano gli utenti verso contenuti di qualità in tutto il metaverso, oltre a presentare una selezione di grandi mete HyperGrid pubblicate ogni mese nella griglia e sul proprio sito web nella sezione Discover The Metaverse.

DigiWorldz, come alcuni altri mondi virtuali ospitati su Opensim (o “griglie”), fornisce in particolare mete “filtrate”, ossia che consentono solo ad alcuni contenuti di lasciare la griglia (ad esempio contenuti “full perm”), o solo ad una certa classe di utenti di uscire dalla griglia per collegarsi ad altre griglie su Opensim, o anche solo ad alcuni di accedere alla griglia “filtrata”.

Di questo tipo di set-up si avvalgono, tra le altre, come già fatto notare da Maria Korolov su Hypergrid Business, grid come Kitely, Great Canadian Grid e 3rd Rock Grid, quest’ultima fondata a inizio 2008 proprio da Terry Ford, che ne trasferì poi la società in seguito al lutto per la tragica perdita di sua moglie per malattia (Terry è poi tornato ad aiutare lo sviluppo di 3rd Rock Grid nel 2012).

Digiworldz platform

Ai mondi virtuali servono portali e directories?

Sembrerebbe insomma che all’interno di Opensim si stia ricreando, su iniziativa di singole società, quella serie di strumenti, come la “guida alle destinazioni” che da tempo caratterizzano Second Life, a conferma che se da un lato la possibilità di creare (e scambiare) liberamente contenuti gratuiti o a pagamento che siano è una delle spinte che fanno utilizzare i mondi virtuali da parte dei creatori di contenuti, la necessità degli utenti di poter accedere solo ad una selezione degli stessi resta elevata.

La cosa non sorprende, se pensate che è in fondo non dissimile da come funziona il web “dominato” da Google e dalle sue ricerche online o da social network come Facebook (che coi propri algoritmi seleziona in modo quasi “naturale” chi e cosa ciascun utente potrà vedere nel proprio flusso di contenuti), dopo essere stato per anni caratterizzato da directories e portali.

Se i mondi virtuali e i social media vi interessano, e volete sapere come evolveranno piattaforme come DigiWorldz, continuate a seguire Mondivirtuali.it anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

Related Articles