Widerun cerca fondi per unire fitness e VR

Widerun cerca fondi per unire fitness e VR

Unire il gaming al fitness: l’idea non è nuova e forse vi ricorderete che su Mondivirtuali.it abbiamo già parlato di una app, InShape, sviluppata da InWorldz Llc  per “mantenere in forma” sia il vostro corpo reale sia il vostro avatar digitale. Ora però una startup trentina, Widerun, ha deciso di avviare dal 17 marzo 2015 una campagna di crowdfunding su Kickstarter per raccogliere fondi per proseguire lo sviluppo di una cyclette (o “bike trainer” che dir si voglia) collegata ad un dispositivo di realtà virtuale (VR) così da impegnare il tempo senza noia.

widerun demoUna bozza in 3D del prototipo è visualizzabile sul sito di Widerun dove anche vengono fornite alcune indicazioni delle funzionalità che il prodotto dovrebbe avere. Anzitutto non sarà necessariamente applicato solo a cyclette da palestra, ma potrà essere applicato anche alla propria bici (purché dotata di ruote tra i 26 e i 29 pollici di diametro), con un semplice sistema “plug and play”. Inoltre il prodotto (che ancora non ha un nome commerciale) sarà compatibile con più dispositivi di VR, dagli Oculus Rift Dk1/Dk2 ai Samsung Gear VR, dai Seebright ai Sony Morpheus, visto che il mercato di tali oggetti sta rapidamente crescendo.

Se poi vi doveste stancare dei visori VR potrete collegare il prodotti di Widerun allo schermo di un portatile o di una televisione, mentre la meccanica del prodotto promette di fornire una risposta “piena” e priva di lag o latenza così da accontentare gli appassionati di fitness per i quali l’esercizio fisico è importante e non solo coloro che vogliono trascorrere un quarto d’ora senza troppi pensieri. Dietro a Widerun c’è un team di ragazzi entusiasti: i tre co-fondatori Alessandro Scipioni, Tiziano Piccardi e Riccardo Avanzi a Jasmin Mair, Daniele Genovesi e Niall Bellabarba (ma tra coloro che hanno aiutato a sviluppare Widerun vengono citati anche i designer Inès Le Bihan e Matteo Martin).

widerun SFNon è chiaro al momento quale obiettivo si prefigga Widerun in termini di raccolta di fondi e quanto durerà la campagna su Kickstarter, né se la società sia già finita nel radar di qualche business angel o fondo di venture capital (ma avendo già fatto alcune dimostrazioni a San Francisco nel corso di un “happy hours” di Rothenberg Ventures la cosa non ci sorprenderebbe).

Se volete saperne di più continuate a seguire Mondivirtuali.it anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

Related Articles

3 Comments

Comments are closed.