Meme che passione

Meme che passione

abito memeSe anche voi in questi giorni siete rimasti coinvolti dalla fatidica domanda “di che colore è questo vestito” (che per inciso è blu royal e nero, come confermato da Michelle Bastock, la stilista che l’ha disegnato per il marchio Roman che l’ha subito rimesso in vendita a 50 sterline) già sapete cosa è un meme.

Per coloro che non lo sapessero con questo termine, inventato dall’etologo Richard Dawkins fin dal 1976, si indica una unità base dell’evoluzione culturale umana, un’idea che in modo simile a un gene può replicarsi, mutare o morire, subendo una selezione in ambito culturale simile a quella che i geni subiscono in ambito biologico.

Per i blogger di tutto il mondo, tuttavia, i meme sono diventati sinonimo di quiz, sfide, sondaggi e novità che le persone diffondono sul web facendoli circolare da un blog all’altro. Social network, comunità online e mondi virtuali vedono periodicamente l’apparire, il diffondersi e lo svanire di meme.

I meme sono popolari anche in Second Life

Strawberry memeTra gli appassionati di Second Life, ad esempio, una blogger come Strawberry Singh lancia con cadenza regolare, ogni settimana, un nuovo meme dal forte impatto grafico, dato che prevede, per coloro che vogliono diffondere il meme stesso, la realizzazione di immagini “a tema” che possono andare dalla riproduzione attraverso gli avatar e le ambientazioni di Second Life di personaggi del cinema (creando una sorta di “cosplayer” virtuali) alla rappresentazione dei principali problemi che gli utenti incontrano nella loro “seconda vita”, dall’affrontare temi come l’amore, la morte o la resurrezione ad aspetti più tecnici come i “numeri” del proprio avatar o le specifiche del proprio computer.

Strawberry, come molti altri “residenti” di Second Life e in generale utenti di mondi virtuali, è anche presente su numerosi social network e comunità virtuali, per cui spesso i suoi meme si incrociano con quelli lanciati di volta in volta dalle singole piattaforme come Flickr, Deviantart o Second Life stessa, contribuendo forse anche inconsapevolmente alla evoluzione dei meme stessi per “contaminazioni” successive.

Vi piacciono i meme o no?

Deviantart meme

Naturalmente non a tutti i meme piacciono (quanti di voi anziché rispondere alla domanda riguardo i colori del celebre vestito hanno detto “basta, non ne posso più” rifiutando così il meme?), ma internet è grande, così come i mondi virtuali e le comunità online che esso ospita e così gli amanti dei meme convivono pacificamente accanto a coloro che non li sopportano.

Noi di Mondivirtuali.it consideriamo i meme (siano essi canzoni, fotografie, immagini digitali, filmati, catene di Sant’Antonio, barzellette e tormentoni vari) il “pepe” del web e nella maggior parte dei casi amiamo prendervi parte e diffonderli.

E voi che ne pensate? Se volete saperne di più o volete offrirci un vostro parere, seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

Related Articles

1 Comment

  • Howold: cosa sapere , Mag 4, 2015 @ 17:51

    […] simpatici dal suo blog su Second Life e se qualcuno avesse dubbi basterebbe ricordarsi del meme “the dress” che tra il 26 e il 27 febbraio scorso superò i 25 milioni di rilanci sui principali social […]

Comments are closed.