Yanis Varoufakis: dai mondi virtuali al governo con Syriza

Yanis Varoufakis: dai mondi virtuali al governo con Syriza

Janis VaroufakisIl suo nome è stato finora sconosciuto ai più, ma visto che come nuovo ministro delle Finanze greco si troverà a dover trovare il modo di riscadenziare e se possibile ridurre nel modo più indolore possibile i 240 miliardi di euro che la Grecia ha nei confronti di Bce-Ue-Fmi, Yanis Varoufakis sarà presto un nome noto anche alla stampa italiana. In realtà Varoufakis in Grecia era già noto da tempo: già tra i “ghost writer”, tra il 2003 e il 2006, per i discorsi sui temi economici dell’ex primo ministro greco George Papandreou, Varoufakis, cooptato nel 2010 in Syriza (partito di sinistra guidato da Alexis Tsipras vincitore delle elezioni politiche greche di domenica scorsa), è tra i nomi di spicco dei cinquantenni emergenti della politica greca, grazie anche al successo del suo blog e del suo profilo su Twitter (forte di oltre 141 mila follower).

Counter StrikeMentre si dedica con sempre maggiore dedizione alla politica Varoufakis riesce a trovare il tempo per fare altro: nel 2012, contattato dal boss di Valve (software house americana che ha sviluppato mondi virtuali come Dota e Dota2), Gabe Newell, dopo qualche esitazione iniziale accetta di diventare “economist in residence” di Valve risolvendo i problemi legati alla valuta virtuale fino a quel momento utilizzata nella piattaforma videoludica Steam  e nei giochi “freemium”. Vinte le perplessità iniziali Varoufakis sviluppa il sistema che gestisce l’acquisto di contenuti in Dota 2, le personalizzazioni delle armi di Counter-Strike (con Half Life uno degli altri giochi sviluppati da Valve) e altro ancora.

regole mondi virtuali Come spiega lo stesso Varoufakis, lavorare a questo progetto gli ha consentito di utilizzare i mondi virtuali e la loro economia “per cambiare i valori sottostanti, le regole e i regolamenti, e stare seduto a guardare come la comunità risponde, come cambiano i prezzi relativi, i nuovi modelli di comportamento che si evolvono. Un vero paradiso per economisti”. La cosa in fondo non dovrebbe stupire i lettori di Mondivirtuali.it, visto che già Gianroberto Casaleggio ha seguito per anni l’evolversi del mondo virtuale di Second Life prima di dedicarsi al progetto M5S e visto che i mondi virtuali seguono pur sempre le stesse regole economiche dei mondi reali, come spiegò Rosario Di Girolamo (aka Dep1050 Plasma) fin dal 2009.

Chissà dunque che un giorno anche un ministro delle Finanze italiane non venga scelto tra gli esperti di mondi virtuali, anzichè dal “solito” circolo di politici o di tecnici con un voluminoso curriculum accademico (che non manca peraltro neppure a Varoufakis, che è stato professore di Economia nelle università britanniche, greche e del Texas). Se volete sapere come andrà a finire, continuate a seguire Mondivirtuali.it, anche tramite il nostro account su Twitter e la nostra fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Pinterest, su Scoop.it e su Paper.li, oltre che su Youtube).

Related Articles

2 Comments

  • […] e Halflife, con la quale in passato ha collaborato anche l’attuale ministro delle finanze greco, Yanis Varoufakis, è a sua volta impegnata nello sviluppo di un visore 3D, l’HTC Vive, che secondo gli ultimi […]

  • Half Life 3 confermato, di nuovo , Ott 14, 2015 @ 9:05

    […] Valve (sviluppatore di videogiochi che aveva ingaggiato anche l’ex ministro greco dell’economia Yanis Varoufakis come consulente) il cui primo capitolo venne lanciato il 16 novembre 1998 e il secondo il 16 […]

Comments are closed.