Microsoft a caccia di Minecraft

Microsoft a caccia di Minecraft

Minecraft on XboxA fine 2006, in pieno “hype mediatico”, era circolata la voce di un interesse di Google per rilevare Linden Lab e gettarsi nell’affascinante (ma problematico, come si sarebbe visto negli anni seguenti) settore dei mondi virtuali. Non erano emerse cifre ufficiali anche se qualcuno aveva sparato: non meno di 1,65 miliardi di dollari, ossia quanto pagato dalla stessa Google per Youtube nell’ottobre di quello stesso anno. Non se ne fece nulla e qualche tempo fa nuove speculazioni sono riaffiorate circa un interesse da parte di Facebook, cosa che potrebbe sembrare neppure così improbabile visto che proprio Facebook ha rilevato a marzo Oculus Rift per 2 miliardi di dollari. Per ora comunque nulla è stato annunciato.

Quello che invece potrebbe essere annunciato entro questa settimana o più probabilmente la prossima, secondo tre diverse fonti citate da Bloomberg, è che a lanciarsi nella mischia sia stavolta Microsoft. Il produttore della console per videogame Xbox avrebbe infatti già avviato trattative coi soci di Mojang, ossia la società che ha sviluppato il fortunatissimo Minecraft (di cui già vi abbiamo parlato e che nel frattempo è arrivato alla versione 1.8). Anche in questo caso la cifra è la stessa di sempre: 2 miliardi di dollari.

mio figlio Davide su MinecraftSi tratterebbe di una “prima assoluta” per il neo amministratore delegato del gruppo fondato da Bill Gates, Satya Nadella, che lo scorso febbraio ha sostituito nel ruolo il suo predecessore Steve Ballmer e che sta cercando di rifocalizzare l’azienda famosa per software come Windows, Office o Explorer verso servizi per il web e basati sul cloud computing.

Ancor più che nel caso di Google-Linden Lab o Facebook-Linden Lab l’operazione parrebbe avere un senso sia commerciale sia finanziario: Minecraft è infatti uno dei “titoli” di maggior successo sulla Xbox, mentre Microsoft dispone di diversi miliardi di dollari di liquidità presso le consociate estere e potrebbe pertanto investirla “ottimizzando” il proprio capitale (ed evitando di doverci pagare sopra tasse, cosa che avverrebbe se rimpatriasse la liquidità medesima). Lo stesso Markus Persson, ideatore di Minecraft, ha sempre giudicato ottime le relazioni con la società statunitense e quindi potrebbe alla fine convincersi. Dopo tutto avrebbe 2 miliardi di ottime ragioni.

ULTIMORA

Microsoft ha poi annunciato ufficialmente l’acquisto di Mojang, ma per una cifra superiore a quella ipotizzato: 2,5 miliardi di dollari. Decisamente un’ottima notizia per Markus Persson, chissà se si potrà dire lo stesso per gli appassionati di Minecraft e dei mondi virtuali in genere.

Related Articles

1 Comment

Comments are closed.