Le mesh conquistano gli avatar

    by -
    Mesh Avatar SL

    Mesh Avatar SLLe mesh conquistano gli avatar e non si tratta solo di Second Life. Linden Lab ha da poco annunciato di aver aggiornato i suoi 24 avatar di base per “dare ai nuovi utenti un set di opzioni più appaganti quando iniziano a utilizzare Second Life”. Se volete vedere voi stessi i nuovi avatar disponibili (una parte dei quali appare nell’immagine cortesia di Linden Lab) e utilizzate il viewer ufficiale della stessa Linden Lab, aprite l’Avatar Selector, andate nel menù Persone/People e potrete scegliere da avvenenti modelli maschili e femminili a vampiri, mostri, zombie e quanto altro preferite. Notate che se preferivate i vecchi avatar o avete schede grafiche poco performanti, potete ancora adottare un avatar precedente, se non li vedete disponibili nell’Avatar Selector li potete comunque trovare in Inventario-Abbigliamento-Outfit precedenti.

    Oltre a Linden Lab molto interessato a sviluppare avatar sfruttando le mesh è l’esercito americano: l’Air Force Research Laboratory’s 711 Human Performance Wing (alla cui cortesia si deve la foto che vedete in basso) sta infatti elaborando nuovi avatar sfruttando appunto scanner 3D e mesh per creare avatar ad alta definizione da usare in simulazioni e addestramento tramite video game. In questo caso per creare le mesh i ricercatori dell’aviazione militare americana prima riprendono un vero corpo umano utilizzando uno scanner corporeo formato da un anello di telecamere allineate attorno al soggetto. Ciascuna telecamera scatta una foto, producendo così una nuvola di punti sul corpo, collegando i quali con delle linee si ottiene la riproduzione digitale (mesh) del soggetto stesso.

    Per ricreare il movimento, invece, viene utilizzata una tecnica simile a quella dei film di animazione digitale in 3D: si collocano una serie di adesivi riflettenti sul corpo del soggetto e le telecamere riprendono il movimento di tali adesivi quando il soggetto si muove, potendolo così riprodurre in digitale (la stessa tecnica, per inciso, è stata utilizzata per realizzare le sequenze in cui compare il personaggio di Gollum nel film Il Signore degli Anelli diretto da Peter Jackson).

    mesh for Us ArmyUtilizzare scanner 3D per creare avatar di mesh e telecamere per catturare e riprodurre il movimento consente di raggiungere livelli di realismo non solo ampiamente superiori a quelli di Linden Lab, ma anche dei più performanti videogiochi non solo per quanto riguarda i movimenti, ma anche dei corpi e degli abbigliamenti degli avatar. Di fatto a sentire i tecnici impegnati in questo progetto, uno dei problemi che impedisce una più rapida adozione di questi nuovi avatar è proprio il fatto che le piattaforme commerciali e i motori grafici di videogiochi e mondi virtuali (se ricordate l’esercito americano ha sperimentato a lungo anche Second Life per le sue simulazioni) non riescono ancora a supportare tale livello di realismo.

    Chissà se la prossima startup di successo non sarà quella in grado di farci utilizzare avatar foto realistici nei nostri giochi preferiti. Per intanto vi suggerisco di continuare a seguire Mondivirtuali.it, oltre che il nostro account su Twitter e la fanpage su Facebook (ma ricordate: Mondivirtuali è anche su Flickr, su Scoop.it e su Paper.li).