Fumetti digitali per tutti

Fumetti digitali per tutti

Comixologi fumetti digitaliMolto prima dell’emergere della tecnologia 3D e dei mondi virtuali online, o dei videogame, ambientazioni e personaggi fantastici sono stati proposti ad una audience mondiale dai grandi scrittori di fantascienza come Giles Verne o di romanzi come Arthur Conan Doyle, in grado di colpire a tal punto la fantasia dei loro lettori da costituire ispirazione per numerosi film e telefilm che ne hanno ripreso più volte trame, personaggi e ambientazioni. Ma se Sherlock Holmes e il Capitano Nemo sono pensati per un pubblico di ragazzi, strizzando l’occhio anche agli adulti, per i più piccoli l’antenato moderno dei mondi virtuali sono certamente i fumetti e la loro versione animata, i film d’animazione.

Investiti dalla rivoluzione digitale portata dal 3D, questi ultimi si sono rapidamente adattati grazie all’opera di colossi come Disney e Pixar, dando origine a produzioni che spesso si sono intrecciate con quelle dei videogiochi e consentendo così ai loro giovani spettatori di non recitare solo un ruolo passivo ma di entrare, letteralmente, nella storia rivestendo i panni dell’eroe o del suo avversario di turno, che siano Topolino, i Griffin o un adepto della Confraternita degli Assassini. E i fumetti? Non sono certo stati a guardare e dal binomio matita e china su carta, si sono trasferiti a loro volta sul web. Uno dei progetti più interessanti è a questo riguardo ComiXology, che di recente ha tagliato il traguardo dei mille fumetti digitali autopubblicati e per celebrare ha offerto dei “saldi”  segnalati sul gruppo Autopubblicarsi da Serena Zonca (aka Juliet Claridge).

Tecnicamente Comixology è uno “storefront” (letteralmente un negozio “fronte strada”) digitale di fumetti, ossia consente ai lettori di acquistare il fumetto in versione digitale direttamente dall’autore (se indipendente) o di 75 editori (tra i fumetti disponibili trovate ad esempio quelli di Walt Disney, Marvel, DC Comics, Valiant, Image, Scholastic e Avatar Press). Fondata nel luglio 2007 da David Steinberger, John D. Roberts e Peter Jaffe a New York (ma la società ha uffici anche a Los Angeles e Parigi), ComiXology, nel cui team ora lavorano anche Jeff DiBartolomeo nel ruolo di Cto e Brad Sonnenberg come General Counsel, iniziò da decollare dopo aver vinto una competizione per business plan organizzata nel 2008 dalla New York University ricevendo il primo “seed financing” da New York Angels (che l’ha rifinanziata anche nel 2010) e Rose Tech Ventures, ha ormai in vendita oltre 45 mila fumetti e graphic novel scaricabili, previo pagamento tramite Paypal, su tablet e smartphone (sia iOS sia Android) piuttosto che su pc (Windows 8) e su e-reader come Kindle Fire e può vantare oltre 206 milioni di download effettuati.

Di fatto Comixologi fumetti digitali saldiComiXology (le immagini che vedete sono una cortesia di ComiXology, ma se volete esiste un video di presentazione su Vimeo) costituisce al tempo stesso sia una sorta di “edicola virtuale” dotata di un’offerta enorme, gratuita o a pagamento, indipendenti o delle major, in grado di accontentare quasi ogni tipo di lettore, sia una nuova esperienza di lettura digitale di un oggetto grafico, il fumetto, storicamente statico e ancorato a un supporto cartaceo. Cose da ragazzi direte voi: mica tanto. Il mercato dei fumetti digitali è balzato dai 25 milioni di dollari del 2011 a 70 milioni l’anno successivo, quando la stessa ComiXology è risultata una delle tre “app” per iPad più redditizie negli Usa (la prima se si escludono i videogiochi).

Le cose stanno andando talmente bene e talmente velocemente che gli editori distribuiscono su ComiXology le uscite lo stesso giorno in cui sono rese disponibili nei negozi e nelle edicole “reali” e questa non è cosa da poco per un’industria che proprio nella distribuzione ha sempre visto uno dei suoi talloni d’Achille. Per il momento a noi non resta che salutarvi e suggerirvi di continuare a seguire questo sito oltre al nostro account su Twitter e alla nostra fanpage su Facebook se vorrete conoscere ulteriori novità.

Related Articles

1 Comment

Comments are closed.