Merthyn Vintner si diverte a sperimentare

Merthyn Vintner si diverte a sperimentare

Merthyn VintnerAgosto e il caldo mal si conciliano col compito di selezionare un nuovo graphic dreamer, tanto più con oltre 8.000 immagini in Graphic Dreams e con alcuni graphic dreamer già citati in passato come Connie Sec, Lithea o Ruriko Braken piuttosto che Christalship Rehula o Sincetta che continuano a proporre nuovi eccellenti lavori.

Nomi nuovi da proporvi ne ho comunque molti, così non perdo altro tempo e vi parlo di Merthyn Vintner, che di recente ha proposto lavori davvero interessanti sotto il profilo sia dei colori sia delle forme e delle composizioni. Merthyn come molti graphic dreamer sfrutta l’editor di Second Life lavorando ulteriormente le immagini con programmi di fotoritocco ottenendo lavori di notevole impatto come Dance Forever o Crying Waterfalls che si allontanano dai canoni “classici” dell’immagine digitale che tende a riprodurre una sorta di “cartolina pop” per avvicinarsi ad uno stile maggiormente pittorico e impressionista.

Merthyn VintnerIn alcuni casi Merthyn gioca più volte con gli avatar fino a riproporli in decine di “scatti” differenti per colori, contrasti, pose o luci, legati solo dalla figura del soggetto, come qui o qui, ottenendo lavori molto diversi tra loro che sembrano voler indicare allo spettatore la grande versatilità di queste rappresentazioni grafiche di identità digitali. Oltre agli avatar Merthyn, che ha una galleria sconfinata, con oltre 650 lavori presenti nel momento in cui scrivo questo articolo, si diletta nel reinterpretare immagini paesaggistiche come con Lone Camel, o in Dark Temple o ancora con Musical Box o Wasteland solo per citarne alcuni tra i più recenti.

Merthyn VintnerImmagini, lo si vede anche dai commenti lasciati dagli utenti di Koinup.com, che invariabilmente finiscono col suscitare il desiderio in chi le osserva di andare ad esplorare in prima persona la location raffigurata e questo mi pare un indizio  di quanto potente possa essere l’arte come mezzo per stimolare ulteriori reazioni ed esperienze “artistiche” anche in chi guarda e non solo in chi crea.

Curiosamente pur sperimentando molto le possibili variazioni cromatiche o figurative di figure e paesaggi come ad esempio in Rock Plants Merthyn raramente realizza immagini in cui entrambi gli elementi, figure e paesaggi, sono presenti, come in Rhea in Charmed Paradise III ed è un peccato a mio avviso perché i pochi lavori proposti sono interessanti e meriterebbero un approfondimento. Ma chissà che Merthyn non ci riservi ulteriori piacevoli sorprese nel prossimo futuro, di certo vi consiglio di seguirne la produzione su Koinup.

Related Articles