Mondi virtuali in salute

Mondi virtuali in salute

PoptropicaI mondi virtuali continuano a godere di ottima salute, almeno quelli dedicati ai “teen” e in generale ad utenti di età inferiore ai 25 anni, che a fine giugno avevano hanno raggiunto un totale di oltre 972 milioni di account registrati, su un totale di circa 1,4 miliardi di account per tutti i mondi virtuali. Un successo che coinvolge, secondo i numeri diffusi dalla società di consulenza Kzero (li trovate qui), nomi come Poptropica (piattaforma dedicata a utenti dai 6 ai 15 anni che nel secondo trimestre ha visto 26 milioni di nuovi registrati toccando quota 170 milioni totali), Stardoll (+22 milioni a 116 milioni), Habbo Hotel (+20 milioni a 220 milioni), Moshi Monsters (+16 milioni a 50 milioni) e più limitatamente IMVU (+5 milioni a quota 55 milioni) e Minecraft (+5 milioni a 10 milioni totali).

Restano invece una nicchia molto meno vivace i mondi virtuali destinati a utenti over 25 anni, come Second Life (salita a fine semestre a  27 milioni di account registrati), con una crescita totale di soli 3 milioni (a 42 milioni complessivi), poco più dell’1,4% rispetto alla crescita totale delle registrazioni nel trimestre (214 milioni in tutto). In realtà più utenti registrati non vuol necessariamente dire più utenti fidelizzati né utenti maggiormente disponibili a “spendere” per fruire di una migliore esperienza online, quindi sarebbe interessante sapere quanti di questi utenti “in erba” continuano ad utilizzare affettivamente le piattaforme a cui si iscrivono (evidentemente iscrivendosi a più piattaforme visto che il numero di utenze internet in tutto il mondo dovrebbe superare di poco gli 1-1,1 miliardi di unità) e quale sia l’Arpu (ricavo medio per utente) dei diversi mondi virtuali.

A consolazione degli utenti “adulti” (over 30 anni), Second Life resta di gran lunga la piattaforma con più iscritti seguita molto alla distanza da Utherverse (la seconda piattaforma sviluppata da Red Light Center, anche in questo caso dedicato solo a utenti maggiorenni) con 8 milioni di utenti registrati, mentre Blue Mars e Twinity restano mondi virtuali che raccolgono solo una frazione minima di utenti (indicativamente attorno o inferiore al milione di account), con la sola eRepublic (2,5 milioni di iscritti) in grado di superare la barriera dei 2 milioni di account tra tutti gli altri mondi virtuali per utenti over 25 anni. Insomma, se non l’aveste capito, per ora la modalità di fruizione dei mondi virtuali resta tipicamente quella dei giochi online, indirizzati a un pubblico giovanissimo. Per altri utilizzi, in ambito artistico, educativo o di business, Second Life con tutti i suoi difetti non sembra avere molte alternative (a meno di non guardare a IMVU, che però è frequentata da utenti mediamente di età attorno ai 22-23 anni, o ai 45 milioni di utenti registrati di Dofus, la cui età media è di poco superiore, attorno ai 23-24 anni).

Related Articles