Gli italiani a SL8B

Gli italiani a SL8B

SL8BSecond Life ha  compiuto otto anni e per una settimana, dal 20 al 26 giugno, centinaia di eventi hanno affollato le 30 sim (di cui la metà la metà riservata ad oltre 500 stand allestiti dagli utenti di SL) messe appositamente a disposizione da Linden Lab per celebrare l’evento con un ricco calendario di manifestazioni attorno al tema “la magia di Second Life” (le più importanti le potete trovare qui). Tra proposte giapponesi, americane, inglesi, tedesche e chi più ne ha più ne metta che hanno affollato SL8B, quest’anno si è notata una ricca partecipazione italiana, sia in campo artistico (da Solkide Auer a Giovanna Cerise, da Nessuno Myoo a Kikka Igaly senza dimenticare Shellina Winkler, Merlino Mayo, Pallina60 Loon e Simotron Aquila) sia fashion.

SL8B c'era domaniIn quest’ultimo campo vogliamo segnalare l’istallazione “C’era domani…” creata dal gruppo The Italian Taste (che dispone di un proprio blog e di un suo gruppo su Flickr), formato dai marchi italiani Les Petit Details, Solidea Builder folies, Wap Design, Italica Interior design e AD Creations. Un logo unico che riunisce differenti content creator italiani ciascuno dei quali mantiene tuttavia le proprie peculiarità e creazioni, per dimostrare che anche nel commercio elettronico di contenuti creati da utenti di mondi virtuali come Second Life è possibile collaborare, persino tra italiani (cosa per nulla scontata visto i tanti fallimenti registrati in un passato ancora recente da tentativi precedenti).

SL8B c'era domaniC’era domani…”, spiegano i promotori dell’iniziativa, “è il nostro modo di vivere e vedere SL: essere creativi e abitare Second Life è uno dei modi in cui “viviamo” il domani”, “non è un sogno, forse è una speranza, ma è indubitabilmente la nostra quotidianità nel metaverso”. Da italiani “è per noi naturale mixare arte e fashion, da abitanti di un meraviglioso paese è per noi “naturale” pensare alla bellezza della natura e del paesaggio, alla qualità di una vita sana, e ad un recupero spirituale e civile di un “benessere” che è la ricerca primaria dell’uomo”. “Come avatar di Second Life, amiamo la tecnologia, la fantasia e lo scambio umano e creativo che giornalmente questa piattaforma ci dona. Il nostro mondo perfetto, il nostro “C’era domani…” dovrebbe essere composto di tutte queste cose insieme, arte, ispirazione, natura, amore, condivisione, alta tecnologia”. Parole che come Mondivirtuali.it / SLnn.it non possiamo che condividere.

Related Articles