Nuovi avatar per Ford

    by -
    FordA vatars Cover

    Dite “avatar” e vi viene in mente il film di James Cameron campione d’incassi di tutti i tempi. O il vostro alterego virtuale in Second Life o nel mondo virtuale o MMORPG che preferite. Ma per un’azienda gli avatar possono essere ben più che un divertimento.

    Ford AvatarsUna nota del gruppo Ford intitolata “L’espansione globale di Ford inizia con un avatar di Hollywood che lavora ad una catena di montaggio virtuale” spiega che il produttore automobilistico statunitense vista la maggiore presenza “in Asia, Africa e altri mercati” ha deciso che un suo dipendente digitale “subisca una valutazione ergonomica digitale utilizzando la tecnologia di animazione di Hollywood per ottenere un vantaggio su linee di montaggio virtuale, così da ridurre lo stress fisico dei posti di lavoro e migliorare la qualità” dei prodotti di Ford.

    I nuovi avatar per Ford sono basati “su due lavoratori virtuali nordamericani di Ford, Jack e Jill, e riflette ora le dimensioni e le forme dei lavoratori degli impianti di assemblaggio in tutto il mondo”. I primi lavori che verranno svolti dal “manichino digitale” (come Ford definisce i suoi avatar) riguarderanno nuovi prodotti previsti per i nuovi impianti di assemblaggio in Cina, la nuova Focus che verrà assemblata in Germania e negli Stati Uniti e il Ranger che viene prodotto in Thailandia e in Sud Africa.

    Il nuovo manichino virtuale Ford servirà a risolvere i problemi di qualità prima che si verifichino nel mondo reale e “presto sarà affiancato da Santos, un modello virtuale adattato dal modello di soldato sviluppato dal Dipartimento della Difesa” presso l’Università dell’Iowa, tuttora in fase di test presso i laboratori Ford che utilizzano Santos in un mondo virtuale per simulare migliori e più sicure condizioni di lavoro presso i suoi impianti produttivi. Insomma: per il produttore statunitense gli avatar sono dispositivi utili a progettare sia automobili migliori sia impianti più efficienti e “a misura” d’uomini (quelli veri, non quelli virtuali).