Elle Thork, dai fiori alle fabbriche

Elle Thork, dai fiori alle fabbriche

Ho notato di recente che molti di voi dopo essere stati nominati su questa rubrica si impegnano ulteriormente e pubblicano immagini persino più belle di quelle che mi avevano colpita originariamente.

Redzebrass - Elven WarriorAnche per questo continuo a segnalarvi qualche nome nuovo che mi pare prometta bene e prima di introdurvi il graphic dreamer della settimana vi suggerisco di andare a visitare la gallery di Redzebrass, aka Vanessa Radestock, una ragazza inglese che utilizza IMVU come supporto per i suoi lavori, pur frequentando anche altri mondi virtuali come Perfect World, Last Chaos, Twelve Sky, Minesweeper o Entropia.

Le eroine di Vanessa/Redzebrass sembrano di volta in volta uscire da un racconto fantasy, come per Elven Warrior, o da qualche storia gotica come con Dream o Vampire, ma non mancano immagini più “patinate” come Spandex Mania o alcune recenti modelle davvero ben riuscite. Unico consiglio che mi permetto di dare a Vanessa: sarebbe meglio lavorare su un formato più grande per riuscire a ottenere una migliore resa a video ed eventualmente in fase di stampa.

Elle Thork Prefabrica4Ed ora rullo di tamburi: la graphic dreamer della settimana è Elle Thork, non proprio una sconosciuta dato i buoni piazzamenti in alcuni recenti contest (come il Purple color contest, dove si è classificata terza: http://www.koinup.com/Baroque/work/263041).

Elle usa Second Life come editor per le sue immagini, variando molto nelle sue tematiche dai paesaggi alle composizioni floreali alle immagini cross-world (molto interessanti i suoi esperimenti SL-RL come in White Heron in Mash, o con la serie Tulips). In tutti i casi non vi aspettate una “semplice” rappresentazione del soggetto ritratto, perché Elle ama reinterpretare gli stessi.

Così accade per Utopia01, dedicata a una delle tante meraviglie disseminate da Bryn Oh nel metaverso della Linden Lab, oppure a Beguile 1, dove l’artista trova modo di rendere ancora più marcata l’atmosfera del luogo. Elle Thork Butterfly MigrationPersino land stra-fotografate come Insilico  o Apollo Gardens vengono rilette in Insilico 1 e in Apollo gardens trovando nuovi e originali colpi d’occhio e tonalità di colore.

In generale a Elle Thork deve piacere molto la natura visto che dedica ad esso molte delle sue opere, come CapEstel Spring 4 o Butterfly Migration, ma non mancano immagini decisamente più “grunge” come nelle serie dedicate a Prefabrica o a Innsmouh. Nel complesso mi pare che Elle sia perennemente alla ricerca di nuovi spunti e di nuove sfide, il che mi fa supporre che vedrò nuove ottime immagini, anche nel suo caso, nelle settimane e mesi successivi a questa segnalazione.

Related Articles