Lookatmy Back, viaggiatore pop surreale

Lookatmy Back, viaggiatore pop surreale

Lookatmy Back

Il regista Marco Costa definisce l’estetica della “generazione Mtv”, quella che fa uso di colori molto saturi e decisi, come un tipico esempio di “pop surreale”. Personalmente non so se Lookatmy Back possa definirsi un artista pop surreale, di sicuro trovo che sia un grande viaggiatore e quindi probabilmente un buon sognatore (grafico e non). Che ami viaggiare lo si intuisce dalla varietà di piattaforme che utilizza per i suoi lavori, passando senza problemi da Second Life ai più diversi videogame come Divinity 2: Ego Draconis (di Larian Studios), utilizzato per “A volo di coccinella” o “Ain’t no rest for the wicked”, o Clive Barker’s Jericho (di Imajica Production-Alchemic Production-Codemaster), utilizzato per “Catenis Vinctus” e “Ab antiquo” o ancora Dragon Age: Origins (di BioWare e Electronic Arts) per “Ettore e Andromaca”.

Lookatmy BackSi potrebbe da queste immagini e da numerose altre realizzate utilizzando l’editor di Second Life, come “Cartago delenda est” o “Fear of the dark”, pensare che Lookatmy Back ami unicamente la tematica epica e le suggestioni classiche, sebbene trattate con uno stile cyberpunk. Ma se scorrete il suo ricco stream su Koinup.com vi accorgerete che così non è. Guardate l’utilizzo dei colori in “Inner Sanctum” o in “Isolation is not good to me, I’m going crazy” o anche in “Psychedelic cliffs”, divenuta totalmente diversa dallo scatto originale, guardate l’esplosione di Mario di “The Fermi’s accident: MarioZ!” o il gioco di luci dell’ormai scomparso Tunnel of Light di “Eternity”: qui Lookatmy Back riesce a rileggere in ottica pop surreale o anche psichedelica immagini di un quotidiano virtuale non diversamente da come artisti pop come Andy Warhol sono riusciti a rileggere immagini e oggetti del quotidiano reale. Ho deciso: per me Lookatmy Back è un viaggiatore pop surreale.

Related Articles

5 Comments

  • […] fotografo virtuale, le cui opere avevano colpito la nostra Luciana Pinazzo che gli ha dedicato una recensione. Dopo aver letto il recente articolo pubblicato su Mondivirtuali.it sul tema, Lookatmy Back ci ha […]

  • […] between metaverses and MMOs and virtual photographer, whose works hit our Luciana Pinazza who featured him, tell us his opinion. After reading the recent article published on Mondivirtuali.it regarding the […]

  • […] “in world”. La loro amicizia mi è stata veramente preziosa. Alcuni, quali La Baroque e Lookatmy Back, piuttosto che Belinda Baroque, Susy Halcali e Reddline, mi hanno permesso di esporre opere in […]

  • […] “in world”. La loro amicizia mi è stata veramente preziosa. Alcuni, quali La Baroque e Lookatmy Back, piuttosto che Belinda Baroque, Susy Halcali e Reddline, mi hanno permesso di esporre opere in […]

  • […] “in world”. La loro amicizia mi è stata veramente preziosa. Alcuni, quali La Baroque e Lookatmy Back, piuttosto che Belinda Baroque, Susy Halcali e Reddline, mi hanno permesso di esporre opere in […]

Comments are closed.