Essere sexy nei mondi virtuali

    by -
    Connie Arida cover

    Connie AridaConnie Arida (in Second Life, aka Connie Sec in Blue Mars) è l’avatar di una studentessa australiana (http://conniesec.blogspot.com) che come artista ha scelto di specializzarsi in due principali tematiche, quella delle immagini glamour, sia che si tratti di ritratti o paesaggi, e quella delle immagini sensuali e di entrambe spesso è al tempo stesso modella e fotografa.

    Immagini glamour di mondi virtuali

    Immagini realizzate partendo dagli editor grafici di mondi virtuali come Second Life (quasi sempre utlizzando il viewer Kirsten Shadowdraft) o Blue Mars per poi postlavorarle con un mix di programmi come Gimp, Photodraw 2000, Picnik, Mystical a loro volta potentiati da plugin gratuiti come Opticverve Virtual Photographer e Xero, come ha spiegato Connie Arida stessa sulle sue pagine su Koinup.com.Connie Arida sexy on the beach

    Connie rende reali gli avatar

    La selezione di immagini presente nel suo stream su Koinup.com (oltre 600, circa la metà dei lavori pubblicati sul web da Connie Sec) impressiona per la qualità sempre elevata e per la capacità di rendere “reali” e “umani” gli avatar ritratti.

    Prendete il ritratto di Baron Grayson o di Stephen Venkman o l’autoritratto Everytime I think of you, di oltre un anno fa, e confrontateli con i recenti Old Time Hollywood o Blind e noterete voi stessi come lo stile continui certamente ad affinarsi ma la qualità di Connie sia in entrambi i casi ai vertici.Connie Arida gold

    Non solo immagini sexy

    Quanto all’essere sensuale, un’immagine come Eurydice and the Underworld vale da sola una citazione nei libri di storia dell’arte digitale. E che dire della perfezione mai leziosa di scatti come Kiss, The Gilded Cage, Hold Me, Thrill Me, Kiss Me o I’m Waiting dove un sapiente gioco di luci e ombre dona una naturalezza e una plasticità ai corpi ritratti che ha pochi eguali?

    Ma Connie sa costruire immagini sexy anche senza dover ricorrere al nudo: ammirate Take You Away (Faster) o I Scratch e lo noterete voi stessi. Connie Arida, come detto, non frequenta solo Second Life ma anche Blue Mars ed è interessante notare come il differente editor grafico la porti a realizzare immagini stilisticamente differenti, con l’utilizzo di colori più saturi e immagini più contrastate nel secondo caso, come in Life on Mars?