Esce in libreria Sarka

    by -
    Sarka

    Era entrato in quel nuovo mondo con l’aria triste e meravigliata dell’emigrante. Ma niente valigie di cartone. Non un Mayflower a contrassegnarne l’avvicinamento alla terra promessa, né un’Ellis Island ad accoglierlo. Jozeph veniva dal nulla e andava, forse, verso il nulla. Quel mondo era l’assurda scommessa di un personaggio, o  di una comparsa, senza memoria”.

    SarkaInizia così Sarka, il primo romanzo scritto e ambientato in Second Life, il metaverso creato dalla californiana Linden Lab in cui, come ricorda l’autore (Claudio Forti, medico ematologo, corrispondente per anni di quotidiani come Il Tempo o l’agenzia Ansa, da anni autore di testi teatrali pubblicati da Di Renzo Editore, in Second Life noto come Jozeph Forder) stanno già investendo le grandi banche e molte multinazionali. Gli affari corrono come e più che nel mondo reale. Perché ci si iscrive a Second Life? Perché tanta gente decide di passare diverse ore della propria giornata immersa in questo mondo virtuale?

    Impossibile, secondo Forti, dare una risposta univoca. “Le risposte sarebbero tante quante sono le motivazioni che spingono a  scelte vere in un mondo vero: c’è chi va in Second Life per fare affari, ad esempio, chi per trovare amici, chi per combattere la solitudine e chi per vivere un sogno. A tutti i sognatori di qualunque età, genere, razza e religione è dedicato questo romanzo” ha commentato con Mondivirtuali.it l’autore, ricordando come maggiori informazioni sul romanzo e sulla casa editoriale siano disponibili sul web all’indirizzo: http://www.sarka.info o in  Youtube come filmato (http://www.youtube.com/v/6JjjKlkMuuI&rel=1). L’appuntamento per tutti, in Second Life, è invece per lunedì gennaio 2008 a partire dalle ore 22.30, quando il libro verrà presentato a Salimar con la partecipazione di Jozeph, Naadirah (si tratta della nostra amica e freelance per Mondivirtuali.it, Naadirah Graves, tra i protagonisti del romanzo), Sarka e Rastamen.

    Un romanzo giocato sulla relazione tra maschere virtuali e volti dei reali protagonisti che sono dietro di esse, assumendo quasi i toni del thriller, della ricerca non di un assassino ma di una identità segreta e dei veri sentimenti, della realtà che si nasconde dietro il mondo virtuale di Second Life. Una ricerca, spiega l’autore, in cui è stato fondamentale l’aiuto di tutti i personaggi incontrati nel suo girovagare per il metaverso (un’intervista completa a Claudio Forti in cui l’autore precisa questo e altro è disponibile, sempre in formato video, all’indirizzo: http://www.youtube.com/watch?v=ugM1hfPtcm0).

    Senza svelarvi il finale di questo romanzo a metà tra la storia d’amore e il thriller psicologico possiamo segnalare come sia la storia di Marco (Joseph), affermato architetto in crisi di mezza età, che mette tutta la sua vita in discussione per amore di Sarka, stupenda creatura boema conosciuta in rete, impareggiabile creatrice di sensuali atmosfere.  Alla ricerca di nuovi stimoli, nel tentativo di uscire dalla sicura routine della propria vita, Marco finirà col confondere il sogno con la realtà, varcando inesorabilmente i confini che separano i due mondi, fino ad un colpo di scena finale. Nel ringraziare la WDT di Alice Mastroianni (che cura la promozione in world dell’opera) e l’amica Naadirah Graves per gli spunti e l’aiuto offertoci per questo pezzo, non meno che lo stesso autore che abbiamo sentito più volte in IM in questi giorni, a noi non resta che darvi appuntamento a Salimar alla presentazione ufficiale.