Mi chiamo Zeta Bellow

    by -

    Mi chiamo Zeta Bellow e per tutti coloro che non mi conoscono darò qualche informazione. Sono “nata” in Second Life il 10 marzo 2005. In Second Life ho anche una sorella reale e due sorelle “virtuali” (in Second Life potete decidere liberamente chi sia un vostro congiunto, ndr). Ho iniziato a conoscere a modo mio Second Life esplorando, poiché c’è molto da esplorare, molto da vedere, persone di ogni paese e ogni classe sociale con cui parlare.

    Zeta Bellow e Gor

    Decisi che mi sarebbe piaciuto andare a Gor, dato che avevo letto i libri (il ciclo delle Cronache di Gor scritto da John Normann) e mi erano sempre piaciuti, pensando che questo sarebbe stato il modo in cui mi sarebbe piaciuto vivere in Second Life.

    Visitai varie Sim e parlai con le persone, ma scoprii che non era esattamene come nei romanzi e rimasi un poco delusa, in verità. Feci amicizia e venni introdotta a ballare, non nei dance club, ma altri genere di club, dove danzavo per ricevere mance, poi sentii di altri posti più libertini, così divenni una intrattenitrice virtuale.

    Vi posso sentire mormorare “vuol dire che in SL…” ebbene sì e credetemi, vi era molto lavoro per chiunque potesse farlo. Decisi che mi sarebbe piaciuto possedere della terra così iniziai a lavorare in più locali per diverse settimane e rapidamente riuscii a potermi permettere un piccolo pezzo di terra (in quei primi anni c’erano appezzamenti che venivano chiamati “prima terra a basso costo”). Zeta Bellow 2014

    Una intensa attività virtuale

    Quindi, grazie all’attività di virtualescort, iniziai a comprare e vendere terreni, feci qualche linden e compari l’isola dei miei sogni a Diamond, dove tuttora vivo, insieme a mia sorella che possiede un’altra isola nei pressi.

    Incontrai quindi un “Master” che fu incantevole e mi chiese di sposarlo, cosa che feci, e rimanemmo insieme per circa 7 mesi; non posso dire che siano stati i sette mesi più piacevoli che io abbia mai avuto, lui deteneva il controllo, ma non nel modo in cui un Master dovrebbe, voleva controllare la mia vita in SL e nella vita reale…

    Lui utilizzò un effetto “montagne russe”… per coloro che non hanno familiarità con questo termine, indica un modo abbastanza sporco di controllare le persone: lui mi comprava dei regali e vedendo che ero felice dei suoi regali iniziava una discussione, ma mi faceva sentire come se fosse colpa mia.

    Nella mia mente sapevo che non ero io ma lui, ma mi fece una specie di lavaggio del cervello, così prese rapidamente il controllo e poi iniziò a darci dentro. Quando ero felice mi faceva sentire colpevole, ma per quanto mi ricordi non mi fece più sentire felice dopo che ci sposammo.

    Fate attenzione ai possibili predatori

    Dopo 7 mesi mia sorella e le mie altre due sorelle virtuali cercarono di dirmi delle cose sul suo conto, ma avendo subito un lavaggio del cervello non credetti loro, così loro, essendo le mie sorelle, fecero in modo (ancora oggi non so come) di registrare la conversazione tra il mio marito virtuale e un’altra donna in cui lui diceva di volermi togliermi di torno per ricominciare con lei (e sembra che l’abbia fatto, come scoprii più tardi).

    Ne fui devastata, cercai di avvisarla ma non mi credette, ormai era stata raggirata. In seguito venni a sapere che anche lei si era liberata di lui dopo essere venuta a conoscenza dei suoi trucchi. Lo segnalai come predatore e credo che ora sia bannato da Second Life. Ma questo è solo l’inizio, per il resto a domani. E grazie a Lukemary Slade per la traduzione.